Martedì 02 Novembre 2010

Frana a Brumano, fiumi in piena
Chiusa la provinciale della Valle Imagna

Valle Imagna in allarme per due smottamenti che hanno interessato i territori comunali di Brumano (una frana rocciosa) e Valsecca (cedimento di un versante collinare). La prima segnalazione è arrivata verso le 9,30 di lunedì mattina 1° novembre, dalla strada provinciale 20, che collega Rota Imagna a Brumano. A conclusione di un tratto di provinciale particolarmente stretto con pareti rocciose a picco sulla strada, a circa un chilometro dall'abitato di Brumano, una frana di medie dimensioni è caduta sulla carreggiata, occupandola per metà. A causa delle continue e copiose piogge il terreno ha assorbito molta acqua e numerosi ruscelli prima in secca o inesistenti si sono formati nel sottobosco e sono sfociati sulla strada, dando vita a uno scenario che incuteva timore e invitava a fare molta attenzione: la strada provinciale, infatti, in alcuni punti è diventata a propria volta quasi un ruscello percorso da acque fangose.

Il distacco si è verificato a un chilometro circa dall'abitato di Brumano. Sul posto sono arrivate le guardie ecologiche volontarie della Comunità montana Valle Imagna (Gev) che hanno segnalato il fatto alla Provincia.
Dopo poco sono arrivati il cantoniere di zona della Provincia, i vigili del fuoco di Zogno e i carabinieri di Sant'Omobono Terme. La Provincia ha provveduto a sgomberare la strada dai detriti caduti a valle: grazie all'ausilio di una ruspa ha rimosso i massi e li ha riversati nel pendio sottostante la strada. I pompieri e il sindaco di Brumano Giovanni Manzoni, hanno quindi effettuato un sopralluogo sul fronte frana: passando per via Pramagnone hanno raggiunto un punto alto sopra la zona del distacco e, una volta imbragati, si sono calati con le corde per verificare in sicurezza le condizioni del pendio. Purtroppo hanno constatato che esiste altro materiale pericolante, per cui sussiste il rischio di altri smottamenti dallo stesso punto e quindi è stato deciso di chiudere la strada provinciale in via preventiva.

Di fatto questa decisione isola Brumano, paese di 90 abitanti, poiché la strada provinciale è la sola transitabile. Esiste un'altra via di accesso, ma si tratta di un percorso di proprietà dell'Ersaf, l'ente regionale delle foreste, su cui vige il divieto di transito e che porta a Fuipiano Imagna. «Il materiale caduto – spiega Manzoni – non era molto, ma la zona rimane comunque pericolosa per via dell'altezza a cui si trova il resto dello smottamento. Anche un sasso di piccole dimensioni, cadendo da quell'altezza, può provocare danni ingenti, ne va dell'incolumità della gente. Quindi, a seguito del sopralluogo dei vigili del fuoco, la strada è stata chiusa». «C'è ancora diverso materiale pericolante – spiega il caposquadra dei vigili del fuoco di Zogno Salvo Basile – per questo abbiamo suggerito di chiudere la provinciale, per l'incolumità di chi vi transita. In alternativa si può raggiungere Brumano per la strada che passa da Locatello e Fuipiano».

fa.tinaglia

© riproduzione riservata