Via libera alle curve isofoniche
Si ridefinisce il futuro di Orio

Via libera della Commissione aeroportuale al documento che definisce le curve isofoniche per lo scalo di Orio. L'approvazione ufficiale è in calendario per il 22 novembre, una volta che i Comuni bergamaschi interessati avranno analizzato nel dettaglio la documentazione.

Via libera alle curve isofoniche Si ridefinisce il futuro di Orio

Via libera della Commissione aeroportuale nella mattinata di mercoledì 10 novembre al documento che definisce le curve isofoniche per lo scalo di Orio al Serio. L'approvazione ufficiale è in calendario lunedì 22 novembre, una volta che i Comuni bergamaschi interessati avranno analizzato nel dettaglio la documentazione relativa alla zonizzazione acustica che hanno ricevuto solo martedì 9 novembre. Ma sulla sostanza delle curve c'è stato il pieno accordo.

Le curve descrivono in che modo i suoni vengono percepiti dall'orecchio umano e sono sostanzialmente dei grafici che permettono di avere un riferimento su come il nostro udito reagisca alle diverse frequenze in termini di intensità. Queste curve, riportate su una carta geografica, delimitano quindi le aree nelle quali il rumore è più alto da un lato e più basso dall'altro rispetto a quello che le contraddistingue.

I valori raccolti in questo documento sono la somma dei dati misurati negli ultimi termpi dalle centraline di rilevazione del rumore opportunamente dislocate sul territorio bergamasco. Come prevede l'attuale normativa, nello scalo di Orio le centraline sono gestite dalle società di gestione aeroportuale sotto lo stretto controllo di Arpa Lombardia.

I risultati di questo lavoro definiranno ora nello specifico quanti e quali voli si potranno fare e come potranno essere distribuiti i decolli nello spazio aereo bergamasco, determinando così la crescita dello scalo e il suo sviluppo nei prossimi anni.

Leggi di più su L'Eco in edicola giovedì 11 novembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA