Sabato 13 Novembre 2010

Costa Volpino, grattati 200 mila €
A Caprino invece «solo» 100 mila

Sorpresa giovedì mattina al bar «Grillo» di Costa Volpino. Quando alle 5,20 il proprietario ha alzato la saracinesca ha trovato sotto la porta la fotocopia di un Gratta e vinci del valore di 200.000 euro.

«Pensavo a uno scherzo – racconta Luca Polini, titolare del locale –, la fotocopia era un po' scura, con la scritta: “Grazie bar Grillo, ho vinto tranquillo”, lo slogan che uso ogni volta che vendo un Gratta e vinci a qualcuno. Poi ho telefonato a Lottomatica per verificare la vincita e mi hanno confermato la notizia. Siamo molto contenti per il vincitore, ancora anonimo nonostante la fotocopia, e speriamo sia qualcuno che abbia veramente bisogno. Impossibile risalire a chi ha grattato, era un tagliando da 3 euro della serie “L'albero dei premi” e ne vendiamo moltissimi ogni giorno. Per ora nessuno si è fatto avanti. Per noi è una soddisfazione, è la vincita più alta da quando abbiamo aperto. Nel 2007 ci sono stati 3 cinque al Superenalotto, ma la quota più alta è stata 45.000 euro».

Al bar Grillo intanto si festeggia e forse tra i clienti che brindano si nasconde proprio il fortunato gratta-vincitore.

Dea bendata in azione anche a Caprino Bergamasco. Al bar-tabaccheria «Sissy» un ignoto vincitore si è messo in tasca 100.000 euro acquistando un Gratta e vinci da 2 euro della serie «Dado matto». «Abbiamo saputo della vincita dal terminale di Lottomatica – spiega la titolare del bar, Silvia Remondini – e speravamo che il vincitore si facesse vivo, ma ancora non abbiamo avuto sue notizie».

La giocata risalirebbe ad una o due settimane fa. Impossibile, spiegano i proprietari del bar-tabaccheria, dire chi sia il fortunato giocatore. «Nel nostro locale, che si trova lungo la statale per Lecco, si ferma tanta gente di passaggio». Ben inferiori le precedenti vincite registrate nella ricevutoria, sempre al Gratta e vinci: 10 mila euro nel 2010 e altri 10 mila l'anno prima.

a.ceresoli

© riproduzione riservata