Lunedì 22 Novembre 2010

Il ruolo della sicurezza urbana
A Bergamo un maxi-convegno

Bergamo torna ad essere al centro del dibattito sempre più attuale sui problemi della sicurezza urbana e sulle possibili risposte che le amministrazioni locali devono dare alle continue richieste dei cittadini, facendo i conti con difficoltà economiche e carenze di organici.

Parliamo del congresso «Urban Police» che per il settimo anno consecutivo la rivista mensile «La Voce dei Vigili Urbani» ha organizzato nella Città dei Mille sotto il patrocinio di Regione Lombardia e Comune di Bergamo, nei giorni 25-26 novembre alla Fiera della Città dei Mille. La manifestazione di quest'anno prevede oltre 80 relatori e docenti tra i più qualificati del settore che approfondiranno tutte le materie di competenza della categoria: ambiente, codice della strada, commercio, edilizia, gestione del personale, sicurezza stradale, sicurezza urbana e molto altro; con un occhio di riguardo ai nuovi ambiti di intervento che sempre più vedono coinvolta la Polizia locale, come le frodi alimentari o la tutela del decoro urbano.

Circa 3500 i Comandanti, gli ufficiali e gli operatori che saranno presenti all'incontro, provenienti da tutta Italia: dalla Sicilia al Friuli, dalla Puglia alla Valle d'Aosta. Numerose sono le prenotazioni di accredito alla manifestazione giunte alla segreteria da parte di Sindaci provenienti da varie parti d'Italia, che interverranno al dibattito riguardante la nuova legge Tremonti che consente alle amministrazioni comunali di finanziare acquisti di strumentazioni e mezzi tramite leasing, ovviando così alle attuali ristrettezze di spese imposte dai Patti di stabilità.

Questa manifestazione dimostra anche con presenze significative la sinergia in atto tra le varie Forze di Polizia. Infatti nel padiglione di 6500 mq riservato agli espositori saranno presentate da Carabinieri e Polizia stradale mezzi e tecnologie da essi utilizzate per la gestione dei territori. Un centinaio di aziende mostreranno le ultime novità relative a strumentazioni, tecnologie, abbigliamento professionale, automezzi, servizi e tutto quanto può servire a qualificare sempre più l'attività operativa. Vi saranno inoltre aree riservate alle associazioni e sindacati di categoria che con loro rappresentanti intratterranno i visitatori su quanto da loro svolto per favorire la crescita professionale della Polizia locale.

Non mancheranno le presenze di delegazioni estere da Gran Bretagna, Repubblica di San Marino, Romania, Spagna, Svizzera, che giungeranno appositamente per apprendere i metodi organizzativi svolti dalla nostra Polizia locale per i controlli della viabilità.

a.ceresoli

© riproduzione riservata