Lunedì 22 Novembre 2010

Patto dei sindaci e frana di Castione
La Provincia stanzia 200 mila euro

Frana di Castione della Presolana
Cento mila euro per aiutare il Comune di Castione della Presolana a rimettere in sicurezza la zona sulla quale, martedì 16 novembre, si è abbattuta una frana che ha reso impraticabile un tratto della strada che collega Castione della Presolana con il Monte Pora e il Colle Vareno. Il contributo è stato deliberato dalla Giunta provinciale dopo il sopralluogo compiuto domenica 21 novembre dal presidente della Provincia di Bergamo Ettore Pirovano e dall'assessore alle Politiche montane Fausto Carrara con i tecnici della Provincia e dell'Amministrazione comunale di Castione della Presolana. L'intervento di messa in sicurezza dovrebbe aggirarsi sui 500 mila euro. Ad oggi ne sono stati spesi più di 100 mila di cui 75 messi a disposizione dalla Regione e 30 dal Comune di Castione. «A questi si aggiungono ora i 100 mila euro stanziati dalla Provincia - ha sottolineato il Presidente Pirovano -. Questo ulteriore stanziamento servirà a garantire l'apertura della strada in tempo utile per l'avvio della stagione sciistica». La Giunta ha inoltre deciso di inviare tende, una torre faro e materiale di supporto ai circa 80 volontari che, nonostante la neve caduta in zona, garantiscono il presidio e l'accompagnamento dei pedoni sulla strada della frana senza limitazioni orarie, 24 ore su 24.

Aiuti alle scuole dei piccoli paesi di montagna
La Giunta ha stabilito di stanziare un contributo di 30 mila euro ai piccoli paesi di montagna per aiutarli a garantire l'apertura delle scuole. Grazie all'intervento economico di via Tasso sarà possibile continuare a fornire un servizio con personale preposto, il cui costo non andrà a gravare ulteriormente sul bilancio del Provveditorato agli studi.

Patto dei sindaci
A ulteriore conferma dell'impegno assunto da via Tasso nei confronti dei Comuni che hanno aderito al Patto dei sindaci, anche quelli rimasti esclusi dai finanziamenti della Fondazione Cariplo per la realizzazione dei Piani di Azione per l'Energia Sostenibile ( PAES), nel corso della seduta odierna, la Giunta provinciale ha stanziato ulteriori 100 mila euro da destinare alla realizzazione dei progetti avanzati dalle amministrazioni che hanno aderito alla struttura di supporto provinciale.

Fondi per la formazione
La Giunta provinciale ha deliberato una compartecipazione finanziaria (Fondi regionali) per la realizzazione di attività formative in capo al Seminario vescovile e all'Agenzia per l'integrazione. Si tratta di corsi
• per figure educative (studenti del 3° e 6° anno di teologia) operanti nei contesti aggregativi ecclesiali (oratori) o nei Cred (Centri ricreativi estivi diurni) realizzati dal Seminario vescovile per un importo di 3.700 euro (spesa complessiva 16.250 euro)
• percorsi formativi sulle politiche e sulla progettualità nell'ambito dell'immigrazione, in particolare sulla gestione della mediazione nei diversi ambiti d'intervento (scuola, servizi sociali, ambito socio sanitario) realizzati dall'Agenzia per l'integrazione per un importo di 4.500 euro (spesa complessiva 6.000 euro).

a.ceresoli

© riproduzione riservata