Giovedì 25 Novembre 2010

Spaccio di droga a gestione familiare
Arrestato marocchino, denunciata russa

Spaccio di droga a gestione familiare per una coppia di coniugi non italiani bloccati mercoledì 24 novembre a Romano dalla polizia locale. Il marito marocchino è stato arrestato, la moglie russa è stata denunciata: entrambi sono infatti risultati anche illegalmente residenti In Italia.

L'operazione degli agenti guidati da Angelo Di Nardo è nata da una serie di segnalazioni da parte degli abitanti del quartiere Cappuccini, nella zona nord della città. Dopo una serie di appostamenti, mercoledì gli agenti sono passati all'azione e hanno fermato i due.

Si tratta di A. M. R., marocchino di 33 anni, e K. M., russa di 38 anni. Entrambi sono risultati privi di documenti, irregolari in Italia, il marocchino anche pluripregiudicato per reati contro il patrimonio e per lo spaccio di sostanze stupefacenti.

Al momento della perquisizione A. M. R. ha ingerito la dose di stupefacenti in suo possesso. Gli agenti si sono recati nell'abitazione dei due a Covo dove hanno rinvenuto 52 grammi di hascisc. La moglie russa è stata denunciata a piede libero per detenzione, spaccio di stupefacenti e per la violazione delle norme sul soggiorno in Italia. Il marito marocchino invece è stato arrestato per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e per non aver rispettato il provvedimento di espulsione.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata