Martedì 07 Dicembre 2010

Yara: Napolitano chiama il sindaco
«Vicinanza e solidarietà alla famiglia»

Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha telefonato lunedì mattina al sindaco di Brembate Sopra, Diego Locatelli, per esprimere vicinanze e solidarietà ai familiari di Yara Gambirasio.

«Me l'ha passato la segreteria del Quirinale - dice Locatelli -. Il presidente Napolitano ha voluto esprimere la sua solidarietà alla famiglia di Yara Gambirasio, stringendo i genitori e i fratelli in un abbraccio che idealmente viene condiviso anche con Brembate Sopra, e con tutta la comunità che segue le ricerche con ansia».

«Ho chiamato subito Maura e Fulvio appena riattaccato il telefono, ha fatto loro piacere», dice Locatelli. Ma il presidente, oltre a ricordare che segue da vicino la vicenda, ha voluto esprimere «il suo apprezzamento per la grande dignità e il riserbo con cui la famiglia e la comunità stanno vivendo questi momenti drammatici».

Comportamento encomiabile, «eccezion fatta per alcuni fatti isolati – racconta il sindaco –, come quelli dei cartelli razzisti. Il presidente ha però anche detto di aver apprezzato il gesto della nostra Giunta (leghista, ndr) che da subito ha condannato e preso le distanze dalle uscite xenofobe di singoli, così come quelle del ministro Roberto Maroni, che pure ha condannato gli episodi».

Il presidente Giorgio Napolitano ha espresso il suo grazie a tutti, forze dell'ordine e volontari, che lavorano alle ricerche.

a.ceresoli

© riproduzione riservata