Martedì 14 Dicembre 2010

Ruba e fugge saltando una cancellata
Ma è zoppo e ha una mano atrofizzata

È un invalido civile a tutti gli effetti – con una mano atrofizzata e un'andatura decisamente claudicante – per colpa di un ictus che l'ha colpito 23 anni fa. In tribunale ha fatto fatica anche solo a prendere posto accanto all'avvocato. Eppure – secondo l'accusa – domenica pomeriggio è stato in grado di rompere il vetro di un'abitazione, sottrarre una telecamera, alcuni giubbini, e due buste della spesa oltre a 100 euro e un collier spariti nel nulla.

Ma non è finita qui: una volta accortosi che era stato scoperto dal proprietario dell'appartamento, addirittura, avrebbe scavalcato una cancellata di un metro e mezzo di una ditta che fa angolo con la casa prima di essere arrestato dai carabinieri di Urgnano.

Secondo il giudice del tribunale di Bergamo l'uomo arrestato R.F – 45enne di Brembate senza lavoro e residente a Bergamo – ha compiuto quel furto e così l'ha condannato a un anno di reclusione in carcere. Nonostante i problemi fisici – infatti – i precedenti penali dell'uomo testimoniano che si trattava dell'ennesimo tentativo di furto. Inoltre quest'ultimo colpo è stato sventato non solo dal proprietario di casa che era nel suo appartamento, ma pure da due extracomunitari che si trovavano in strada a fumare una sigaretta e l'hanno bloccato. Davanti al giudice, in direttissima, il 45enne di Brembate ha negato tutto.

Leggi di più su L'Eco in edicola martedì 14 dicembre

a.ceresoli

© riproduzione riservata