Mercoledì 12 Gennaio 2011

Calcio scommesse, Piffari (Idv):
«La camorra? Gravissimo se vero»

«Se quanto riportato oggi da "Il fatto quotidiano" sulla sospetta combine tra AlbinoLeffe e Piacenza fosse vero e se le indagini della Procura di Napoli e della Figc dovessero confermare il coinvolgimento nella vicenda dell'AlbinoLeffe, sarebbe davvero il peggiore risveglio da un sogno bellissimo». Lo ha dichiarato il parlamentare bergamasco dell'Italia dei valori, Sergio Piffari.

Secondo «Il fatto quotidiano», l'Antimafia starebbe indagando sulla serie B e il sospetto della combine in AlbinoLeffe-Piacenza 3-3 dello scorso 20 dicembre a Bergamo potrebbe essere più che fondato. Ci furono così tante puntate sul pareggio che la scommessa fu sospesa: un'anomalia sospetta.

Una società, però, non sospese le giocate, ad esclusione di sporadiche interruzioni. E molti puntarono sulla X con tanti gol. È proprio su questa società che si starebbero concentrando le indagini della direzione distrettuale antimafia di Napoli che ipotizza la mani della camorra sulla gestione del gruppo, almeno in alcune filiali di Castellamare di Stabia.

Secondo la procura campana, a controllare la società sarebbe un uomo del clan d'Alessandro, esponente di spicco della criminalità organizzata già negli anni Ottanta.

 

r.clemente

© riproduzione riservata