Materiale a luci rosse sul lavoro
A processo un bancario di Presezzo

Avrebbe usato per scopi personali il pc che la banca gli aveva messo a disposizione, scaricando anche materiale pornografico e facendo arrivare all'isituto di credito un conto di oltre 10 mila euro. È iniziato il processo a un ex bancario di Presezzo.

Materiale a luci rosse sul lavoro A processo un bancario di Presezzo

Avrebbe usato per scopi personali il computer portatile che la banca gli aveva messo a disposizione per la sua attività professionale, scaricando anche materiale pornografico e facendo arrivare all'isituto di credito un conto di oltre 10 mila euro. È iniziato martedì 9 febbraio al Tribunale di Lecco il processo che vede imputato un ex dipendente di banca residente a Presezzo e accusato di appropriazione indebita. Per l'accusa l'ex impiegato dell'istituto di credito avrebbe usato quel computer per collegarsi ad internet e scaricare canzoni e filmati, alcuni dei quali di genere pornografico. Operazioni molto spesso comuni ma che in questo caso hanno causato un conto economico a spese della banca di oltre diecimila euro.

A sua difesa l'ex impiegato avrebbe spiegato di essersi collegato a quei siti specializzati solamente perchè convinto che per la navigazione on line l'istituto di credito avesse stipulato un contratto di connessione  attivo 24 ore al giorno. Sul materiale scaricato l'ex impiegato ha precisato che non sarebbe stata sua intenzione scaricare materiale pornografico. Il processo è stato ora aggiornato al 14 dicembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA