Giovedì 17 Febbraio 2011

Nel sorpasso investì 17enne
Condannato a 16 mesi

A settembre, durante un sorpasso, aveva travolto con la sua auto una diciassettenne in scooter, che nello schianto non aveva avuto scampo. Nella giornata di mercoledì 16 febbraio l'automobilista, G. T., 45 anni, di Cenate Sotto, davanti al gup Raffaella Mascarino, ha patteggiato per omicidio colposo una pena di un anno e 4 mesi con la sospensione condizionale.

L'incidente era accaduto a San Paolo d'Argon la mattina del 29 settembre. Vittima Lara Pezzotti, studentessa di Costa di Mezzate. La ragazza era in sella al suo Malaguti F 10 e, insieme all'amica Martina (che si trovava su un altro scooter), si stava dirigendo a scuola, l'istituto tecnico commerciale Lorenzo Lotto di Trescore. Giunta a San Paolo d'Argon, in via San Lorenzo, la strada che porta a Montello, Lara era stata investita dalla Mercedes 220 guidata da G. T., che stava sopraggiungendo in senso opposto.

L'uomo, che era risultato negativo al successivo test dell'etilometro, stava effettuando una manovra di sorpasso e aveva invaso la corsia sulla quale stavano sopraggiungendo le due amiche. Martina, che viaggiava qualche metro avanti rispetto a Lara, era riuscita a vedere l'auto e a schivarla. La diciassettenne di Costa di Mezzate, invece, non era riuscita a evitare l'impatto. Lara era stata investita in pieno. L'amica aveva sentito il botto: s'era voltata e l'aveva vista cadere sul cofano, sfondare il parabrezza dell'auto e poi piombare sull'asfalto. Era morta all'istante, lasciando nel dolore il papà Guido, la mamma Wanda Massolin e i fratelli Fabio e Matteo.

Per saperne di più leggi L'Eco di Bergamo del 17 febbraio

fa.tinaglia

© riproduzione riservata