Giovedì 17 Febbraio 2011

Vende l'auto ma i soldi sono falsi
Truffato un operaio romeno

È stato sicuramente sprovveduto il romeno che nella giornata di martedì 15 febbraio ha venduto la sua auto a una coppia di uomini dell'Est che gliel'hanno pagata con soldi falsi. La vicenda risale a qualche giorno fa: il romeno, operaio di 35 anni residente a Costa di Mezzate, aveva inserito un annuncio su un sito internet che fa e-commerce per vendere la sua Mercedes Classe B 200.

Contattato da una coppia di uomini di origini dell'Est, i tre si sono dati appuntamento a San Paolo d'Argon, all'interno del parcheggio del supermercato Simply. I due possibili acquirenti hanno visionato l'auto, mostrandosi interessati e hanno quindi contrattato il prezzo, proponendo di pagare subito la vettura in contanti e di fare successivamente il passaggio di proprietà. Il romeno ha accettato e si è fatto pagare 14.800 euro, denaro che è risultato poi essere falso, quando ormai i due truffatori se ne erano andati con la macchina. Il romeno aveva infatti verificato il denaro e solo successivamente si sarebbe accorto della truffa: è quindi probabile che, a sua insaputa, i due «acquirenti» siano riusciti a sostituire la busta.

L'operaio ha fatto quindi denuncia ai carabinieri di Calcinate. Le banconote, in tagli piccoli e con numeri seriali diversi, sono state sequestrate per essere analizzate. Sulla vicenda stanno indagando i carabinieri.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata