Lunedì 21 Febbraio 2011

Nascite in calo in Bergamasca:
204 bimbi in meno nel 2010

Sono 204 in meno i bambini nati nella Bergamasca nel 2010 rispetto al 2009: una diminuzione dell'1,8 per cento che non vede però protagonisti 4 degli otto ospedali bergamaschi dotati del reparto di Ostetricia. Un calo a livello provinciale, in linea con i dati Istat nazionali che evidenziano una riduzione delle nascite stimato sul 3%, confermata anche per l'intera Lombardia.

Ai Riuniti di Bergamo sono nati nel 2010 4.048 bambini (2.109 maschi contro le 1.939 femmine), con 83 parti gemellari e 6 trigemellari. Rispetto al 2009 a Bergamo, nell'Unità operativa di Ostetricia e Ginecologia diretta da Luigi Frigerio, si è percepito il calo della natalità: dopo i 4.315 parti del 2009, nel 2010 ce ne sono stati 4.006 con una lieve crescita della presenza straniera

In controtendenza con i dati Istat, a Seriate, Alzano e Piario sono cresciuti i parti e, soprattutto, sono aumentati quelli di donne di nazionalità italiana. Dopo i 3.397 parti del 2009 si è passati nel 2010 a 3.604 (+ 6,1%). Di questi - ed è il dato più significativo - 2.514 sono di mamme italiane, contro i 2.340 dell'anno prima, passando dal 68,9% del 2009 al 69,8% del 2010.

Con 30 bebè in più, Treviglio sale e si conferma con Seriate, Alzano e Piario, tra gli ospedali in crescita per le nascite.

Tutti i dati e le curiosità su L'Eco di Bergamo del 21 febbraio

r.clemente

© riproduzione riservata