Martedì 22 Febbraio 2011

Parco Locatelli senza acqua e wc
Federconsumatori: s'intervenga

«Il Parco Locatelli è senza custodia, senz'acqua e senza servizi igienici». Lo dice Federconsumatori, che su segnalazione di un gruppo di frequentatori del parco, ha verificato le condizioni in cui versa lo spazio pubblico situato tra le vie Diaz e Broseta.

«Il parco, dove ha sede anche una ludoteca molto attiva (che promuove diverse iniziative per i bambini) - recita la nota di Federconsumatori - al suo interno ospita un “laghetto” gremito da anatre, piccioni e cigni; purtroppo da tempo non funziona il sistema che garantisce il ricambio dell'acqua (del laghetto) e l'inevitabile conseguenza è che il liquido stagnante è diventato putrido e maleodorante. In fianco al luogo descritto sono stati prima intrapresi e poi inspiegabilmente sospesi dei lavori, che ( si immagina) avrebbero dovuto risolvere il problema del riciclo d'acqua. Lo spazio dove sono collocati i servizi igienici (un vetro della porta d'ingresso è rotto) è chiuso a chiave: oltre al fatto che chi ne ha la necessità non può fruirne, la più deplorevole conseguenza è che alcune persone per espletare i propri bisogni fisiologici usano lo spazio verde al riparo dei cespugli. La fontanella dove ci si potrebbe dissetare è desolatamente priva d'acqua. Per finire la nota delle cose che non vanno bene, segnaliamo che dall'inizio dell'anno manca anche il servizio di sorveglianza del parco».

«La situazione - aggiunge la nota - è preoccupante anche per l'approssimarsi della primavera, stagione che incentiva a frequentare gli spazi verdi. A questo proposito possiamo assicurare che il Parco Locatelli è meta di numerose persone, sia giovani sia anziani, sia singoli sia famiglie, che negli anni scorsi hanno imparato ad apprezzarlo per la gestione e per la sicurezza percepita: grazie alla presenza di un guardiano».

Federconsumatori Bergamo da ultimo «auspica che gli Amministratori e l'ASL intervengano per ridare ai Cittadini la possibilità di potere fruire serenamente del Parco Locatelli».

e.roncalli

© riproduzione riservata