Mercoledì 02 Marzo 2011

False licenze commerciali a stranieri
Funzionari del Comune sotto inchiesta

Sono accusati di concorso in truffa e falso ideologico. La Procura di Bergamo ha aperto un'inchiesta nei confronti di due funzionari degli uffici tecnici del Comune di Bergamo, R. C. e C. L., entrambi del 1962. Agenti della polizia giudiziaria e della polizia postale hanno compiuto una perquisizione in quattro uffici del settore Commercio e nelle abitazioni dei due indagati che, secondo le accuse, avrebbero prodotto false licenze per cittadini extracomunitari dietro sostanziosi compensi.

L'inchiesta ha preso il via da una segnalazione interna al Comune di Bergamo, dopo che un cittadino straniero si era recato allo Sportello unico chiedendo delucidazioni sulla stato di una sua pratica per l'apertura di un esercizio pubblico. Da una verifica sarebbe così emerso l'inesistenza della pratica, seppure il richiedente ne esibisse una copia apparentemente in regola. Un'anomalia che avrebbe avviato le indagini e i procedimenti in corso.

Per saperne di più leggi L'Eco di Bergamo del 3 marzo

fa.tinaglia

© riproduzione riservata