Mercoledì 16 Marzo 2011

Grandi palazzi in svendita
Lo Stato cede la sede Inps

Grandi palazzi in svendita anche a Bergamo: la strada è stata aperta dalla storica sede dell'Inps, in viale Vittorio Emanuele. L'immobile era già confluito a suo tempo nel Fip – Fondo immobili pubblici, creato dal ministero dell'Economia nel 2004 per la gestione del patrimonio immobiliare dello Stato – e ora è stato ceduto a un privato che intende appunto farne un investimento a reddito.

Tanto il nome dell'acquirente – che per il tipo di operazione non deve essere necessariamente operante nel mondo dell'edilizia o della compravendita di immobili – che la cifra sono top secret, anche se per avere un'idea ci si può aiutare con la valutazione data nel 2005 dal Fip, che fu di circa 21 milioni. E che, tra l'altro, fu anche contestata dai sindacati che la definirono «inferiore del 30 per cento al valore reale».

Resta il fatto che la strada è aperta, e presto potrebbero percorrerla altri edifici pubblici come lo stabile della Motorizzazione civile in via Martin Luther King, per il quale la trattativa di cessione è avviata, anche se lo scenario dell'investimento a reddito potrebbe scongiurare il problematico trasferimento degli uffici dell'ente, che potrebbe semplicemente trovarsi a pagare l'affitto a un nuovo proprietario anziché al Fip.

A Bergamo qualcosa bolle in pentola, se è vero che il Gruppo Generali ha messo in vendita lo storico palazzo del Pam in via Camozzi, affidando l'operazione alla società Rizzetti immobiliare Srl, leader nel settore della compravendita di immobili di prestigio.

Tutti i dettagli su L'Eco di Bergamo del 16 marzo

r.clemente

© riproduzione riservata