Mercoledì 23 Marzo 2011

Un sito web per il lavoro all'estero
Le istituzioni condividono le risorse

L'unione fa la forza e in questo caso è uno strumento efficace per garantire la formazione e il lavoro a livello europeo a molti giovani bergamaschi. A unire le menti e le risorse sono il Comune di Bergamo, la Provincia, la Camera di Commercio e l'Università che hanno deciso di dare vita entro la fine dell'anno a un portale web che permetta di ampliare e qualificare le opportunità e le esperienze di formazione e lavoro per gli studenti e laureati e per i giovani del territorio in un contesto europeo e internazionale.

Il nuovo progetto si chiama BgEuromondo e l'idea è quella di creare una piazza virtuale, punto di riferimento per il territorio, dove far incontrare  i giovani bergamaschi con le offerte che arrivano dal mercato europeo. Ogni istituzione avrà le sue competenze: la Provincia metterà a disposizione il servizio Eures, la Camera di Commercio condividerà i propri contatti a livello europeo e internazionale che saranno mixati a quelli offerti dall'Osservatorio europeo del Comune di Bergamo e alle proposte di tirocinio e stage attive dall'Università. Negli ultimi anni accademici – dal 2006 al 2010 – grazie a progetti gestiti dall'Ufficio Orientamento, Stage&Placement 223 studenti o neolaureati dell'Ateneo di Bergamo hanno infatti potuto svolgere un'esperienza di tirocinio o stage post laurea o lavoro all'estero in Paesi europei o extraeuropei.
Il numero è cresciuto negli anni: si è passati dai 23 inserimenti lavorativi del 2006/2007 agli 89 del 2009/2010.

BgEuromondo sarà quindi un portale virtuale strategico che favorisce il dialogo tra le istituzioni europee e gli attori internazionali che offrono attività professionali con i giovani bergamaschi interessati a un'esperienza all'estero.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata