Giovedì 31 Marzo 2011

Carvico, fuga di gas ed esplosione
Edificio inagibile, un ferito grave

Cinque appartamenti danneggiati e un ferito in ospedale. È il bilancio dell'esplosione avvenuta intorno alla mezzanotte di mercoledì a Carvico: tutto sarebbe stato causato da una fuga di gas che, per la rottura di un tubo, ha saturato un monolocale.

I vigili del fuoco ancora non hanno capito cosa abbia poi effettivamente innescato l'esplosione in via Bolgeni, se l'accensione di una luce o di un fornello. In ogni caso lo scoppio è stato violentissimo e ha investito il padrone di casa.

L'esplosione è stata tanto violenta da coinvolgere anche gli altri appartamenti della palazzina, mandandone in frantumi i vetri, e non solo. L'allarme è scattato subito e sul posto sono accorsi i vigili del fuoco - con tre squadre partite dalle caserme di Bergamo, Dalmine e Terno d'Isola - oltre alle ambulanze del 118.

Il proprietario del monolocale è stato l'unico ferito (è in prognosi riservata al Niguarda di Milano), mentre le altre famiglie che abitano la palazzina non avrebbero riportato danni. Così non è stato invece per gli appartamenti: alla fine i vigili del fuoco, dopo aver rimesso in sicurezza lo stabile, hanno dichiarato inagibile il monolocale dove si è verificata l'esplosione.

Inagibili anche una stanza cisacuno di due appartamenti adiacenti; in altri due appartementi si sono registrati danni meno consistenti, legati soprattutto al cedimenti degli infissi e delle finestre.

Le condizioni del proprietario del monolocale non sarebbero preoccupanti.

Leggi di più su L'Eco in edicola venerdì 1° aprile

r.clemente

© riproduzione riservata