Giovedì 31 Marzo 2011

Prostituzione, altre tre multe:
controlli ancora in via Grumello

Non si ferma la lotta del Comune di Bergamo contro il degrado legato alla presenza di prostitute lungo le strade della città. Nella notte fra mercoledì e giovedì la polizia municipale ha effettuato controlli in via Grumello. Tre lucciole, sorprese lungo la via, sono state fermate e multate.

Si tratta, in questo caso, di tre giovani romene: per loro, come previsto dall'ordinanza emessa nei giorni scorsi (era stata firmata il 21 marzo dal sindaco Franco Tentorio) è scattata una multa da 100 euro a testa.

Il primo blitz era invece scattato nella notte fra venerdì e sabato. Due lucciole, anche in quel caso romene, alle 3,20 di notte erano state multate dagli agenti della Questura di Bergamo in via Grumello (sempre lungo l'ex statale 525) e dovranno pagare una multa.

Il provvedimento (in alcuni comuni orobici dell'hinterland come Lallio è già attivo da diversi mesi) fino al 30 giugno 2011 va a sanzionare in tutta la città sia le donne che si prostituiscono sia gli automobilisti che si fermano a contrattare le prestazioni sessuali.

Vieta - come si legge nell'ordinanza - «a chiunque, sulle strade, nelle aree pubbliche e aperte al pubblico dell'intero territorio comunale, di esercitare qualsiasi forma di prostituzione», ma pure di «assumere comportamenti che, finalizzati a esercitare la prostituzione, risultino pericolosi per la circolazione stradale in quanto atti a distrarre i conducenti dei veicoli, fermare o rallentare gli stessi».

Proibito, inoltre, «fermarsi e domandare o concordare prestazioni sessuali con soggetti che esercitano la prostituzione su strada anche a bordo di veicoli». L'ordinanza ha carattere sperimentale e dura solo tre mesi fino a fine giugno 2011 perché, ha spiegato il sindaco, il provvedimento sarà superato dal nuovo regolamento di polizia urbana che verrà approvato nei prossimi mesi e conterrà tutte le disposizioni su questa materia.

r.clemente

© riproduzione riservata