Lunedì 18 Aprile 2011

Promotori finanziari, altra truffa
Bergamo, intermediario nei guai

Dopo il caso di Luigi Fontanella - il promotore finanziario di Brembate di Sopra di cui non si hanno più tracce ormai da settimane -, viene alla ribalta un altro caso di un promotore finanziario che avrebbe truffato un piccolo gruppo di famiglie di Bergamo, conoscenti tra loro, sottraendo poche decine di migliaia di euro ciascuna.

Il promotore finanziario risiede poco distante dal centro di Bergamo. Non si sa ancora quanti clienti abbia truffato né di quanti soldi. Sembra tuttavia che l'uomo - un 50enne cui Banca Mediolanum ha già recovato la delega - abbia preso di mira qualche gruppo familiare, amici tra loro, e che abbia sottratto poche decine di migliaia di euro ciascuno. Anche in questo caso, i soggetti truffati si sono rivolti  all'Adusbef, che ne ha preso le difese.

Sui due casi interviene la stessa Banca Mediolanum segnalando che la situazione creata da Fontanella sembrerebbe essere molto meno invasiva di quanto non sia stato prospettato sin dall'inizio. «Più di un cliente - fa sapere Banca Mediolanum - è arrivato nei nostri uffici segnalando la mancanza dei propri soldi, ma ad un esame più attento si è poi visto che quei soldi c'erano o erano stati prelevati dai propri familiari all'insaputa dei cointestatari del conto. Per quanto riguarda il secondo caso, si tratta di una situazione circoscritta a un piccolo gruppo di famiglie, cui sarebbero state sottratte poche decine di migialia di euro ciascuna. Ma anche in questo caso la situazione si starebbe risolvendo».

«Quel che ci preme sottolineare - conclude Banca Mediolanum - è che noi rispondiamo direttamente dei guai che provocano questi personaggi, ma di questo se ne parla poco. In realtà, tutte queste notizie non fanno altro che danneggiarci, perchè a fronte di poche mele marce ci sono decine e decine di promotori finanziari onesti e capaci che, con il loro lavoro, concorrono a salvaguardare e a rafforzare i risparmi dei propri clienti».

Intanto sabato sera, a Brembate di Sopra, sono state circa 130 le persone che hanno preso parte  alla riunione dell'Adusbef sul caso Fontanella. Sembra che dall'ex promotore finanziario siano arrivate ad alcuni «clienti» delle telefonate nelle quali l'uomo si dice disponibile a chiarire le cose e ad aiutarle. Ma chi ci crede?

Leggi di più su L'Eco in edicola martedì 19 aprile

a.ceresoli

© riproduzione riservata