Venerdì 22 Aprile 2011

Cologno, commercialista nei guai:
non ha presentato un 730, il suo

Dal 2005 un commercialista bergamasco presentava la dichiarazione dei redditi dei propri clienti, ma si «dimenticava» della propria. Le Fiamme gialle lo hanno scoperto e ora diovrà versare le imposte e le relative sanzioni, quasi 700 mila euro.

Il commercialista è stato controllato dai finanzieri della compagnia di Treviglio nel suo studio di Cologno al Serio. Nell'esaminare la sua posizione gli agenti si sono trovati di fronte a una situazione piuttosto singolare. Questa volta, a dimenticare i propri obblighi fiscali non era un contribuente qualunque ma un professionista, che tali obblighi dovrebbe aiutare a rispettare.

L'attività di verifica conseguente all'accesso presso lo studio professionale ha permesso di rilevare che il commercialista in questione non aveva presentato la propria dichiarazione dei redditi proprio a partire dall'anno 2005.

I compensi complessivamente  ricostruiti, su cui il professionista sarà chiamato a versare le imposte e le relative sanzioni, sfiorano i 700 mila euro.

Non solo, ma per versare i contributi delle proprie impiegate, il consulente ha sfruttato il meccanismo della compensazione, utilizzando una inesistente imposta a credito per 80 mila euro. Anche per tale condotta dovrà ora fare i conti con il Fisco.

r.clemente

© riproduzione riservata