Venerdì 06 Maggio 2011

«Mangiare a chilometro zero»
Al via il festival enogastronomico

È stato presentato venerdì nella Sala Giunta della Camera di Commercio il Festival enogastronomico «Bergamo Terra & Cibo a Km Zero» ideato da Ascom, Coldiretti e Confesercenti per valorizzare la filiera corta del territorio bergamasco.

La manifestazione, patrocinata da Regione Lombardia – Assessorato all'Agricoltura; Provincia di Bergamo – Assessorato Urbanistica e Agricoltura; Comune di Bergamo, Turismo Bergamo, e che vede tra i Partner Camera di Commercio di Bergamo, UBI Banca – Banca Popolare di Bergamo e Consorzio Agrario di Bergamo, coinvolge 35 ristoranti di Bergamo e provincia che dal 10 maggio al 10 giugno proporranno menu a Km Zero, preparati in prevalenza con prodotti tipici locali, forniti da 24 produttori bergamaschi aderenti all'iniziativa.

Il Festival nasce per valorizzare la filiera corta produttore – ristoratore – consumatore e, quindi, i prodotti genuini e tipici che bene si prestano ad esaltare la creatività dei ristoratori bergamaschi. Mangiare a Km Zero vuol dire accorciare le distanze, prediligere i cibi del territorio apprezzandone la stagionalità, la genuina bontà, la laboriosità di chi li produce e di chi li trasforma in piatti appetitosi.

Scegliere «Bergamo Terra & Cibo a Km Zero» significa preferire qualità, freschezza e ricchezza della nostra terra valorizzate in piatti gustosi, nostrani, unici proposti dalla nostra ristorazione. Gli abbinamenti tra ristoratori e produttori, i menu proposti e i relativi prezzi sono riportati nella Guida al Festival, strumento indispensabile per scegliere dove e cosa mangiare a Km Zero.

La Guida, in formato cartaceo, è disponibile, oltre che nei ristoranti che partecipano all'iniziativa e nelle sedi delle Associazioni promotrici, all'Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune e della Provincia di Bergamo e della Camera di Commercio; Turismo Bergamo (Urban Center); Uffici di Informazione e Accoglienza Turistica (IAT) di Città Alta e Aeroporto Orio al Serio; in tutte le filiali cittadine di UBI – Banca Popolare di Bergamo e nelle principali filiali della provincia; nella Sede territoriale della Regione Lombardia.

Parola d'ordine: assaggiare! Stimolare la curiosità, far conoscere i prodotti della nostra terra e le tante, varie preparazioni che con l'abilità degli chef si possono realizzare con ingredienti a Km Zero. Assaggiare tutti e 35 i menu «à la carte» è l'obiettivo della fidelity card del Festival. Allegata alla Guida cartacea, la tessera fedeltà è da riempire con i timbri Bergamo Terra & Cibo a Km Zero: ogni menu a Km Zero dà diritto a un timbro. Al raggiungimento di cinque timbri la card va riconsegnata al ristoratore (quello che con il quinto timbro la completa), per ritirare un gustoso omaggio a Km Zero, offerto dai produttori che partecipano al Festival e dall'Azienda Belotti conserve alimentari.

La Guida, i ristoranti e tutti i menu, i produttori e i prodotti del Festival sono anche on-line su www.bergamoterraecibo.it, il sito del Festival a Km Zero dove scoprire i vantaggi della filiera corta e valutare l'iniziativa compilando il questionario di gradimento (solo on-line).

35 Ristoranti (11 in città e 24 in provincia) e 24 Produttori aderenti

Bergamo: Bernabò, Da Mimmo, Il Cortile di Franz; Il Tito; I Sapori…di Terra e Mare; La Marianna; Ol Giopì e la Margì; Osteria Al Gigianca; Sarmassa; Trattoria Santambroeus; Vox Restaurant e Lounge Bar.

Provincia di Bergamo: Il Beccofino (Albino); Trattoria Come Una Volta (Albino); Antica Osteria Giubì dal 1884 (Almenno San Bartolomeo); Al Km Zero (Alzano Lombardo); Bonanza (Bianzano); Villa Cavour (Bottanuco); Osteria Da Mualdo (Capriate San Gervasio); Ponte Del Costone (Casnigo); Al Sorriso (Curno); Millaenya (Entratico); Hop's! By Fabio (Grumello del Monte); Il Salotto Hotel Spa Castello (Lovere); Opera Restaurant (Mozzo); Parco Dei Colli (Ponteranica); Miranda Albergo Ristorante (Riva di Solto, Fraz. Zorzino); Sloppy & Go (Rogno); Posta (Sant'Omobono Terme); Villa Canton (Trescore Balneario); Da Nisio (Torre de' Roveri); La Lepre (Treviglio); Villa Giavazzi (Verdellino); La Corte del Noce (Villa d'Adda); Cadei (Villongo); Al Vecchio Tagliere (Zanica).

Produttori: SETTIMO CIELO di Sangalli Alberto; BONZI FABIO; DELBONO MARCO; SACCHI NOEMI; CASA EDEN Di Lucia Morali; BERTOLI ANGELO; MARCHETTI EMILIO; FLORICOLTURA GAMBA; LA ROVERE di Vincenzo Magri; LE FRAGOLE DI SABRINA di Sabrina Turini; CROTTI EMILIO; SALERA PIERLUIGI; VISMARA di Testa Liliana; LE TRUBINE di Mirian Pulcini; CASCINA CASTELLO di Simone Locatelli; BELLONI GIOVANNI; SOC. AGR. MIRIAM di Jonn Brignoli; SOC. AGR. MONTIZZOLO di Merigo Donatello; SOC. AGR. ANDREINI MARINO; TENUTA DEGLI ANGELI; LATTERIA SOCIALE DI VALTORTA; COOPERATIVA MONTI E LAGHI; LA BRATTA di Bettoni Dario; COLLINA DEGLI ULIVI Di Marinella Sora.

La campagna di comunicazione «Mangia a Km Zero» La Campagna di comunicazione, curata da Servizi C.E.C. di Bergamo, propone come visual tre scorci tipici della città: Porta Nuova che «fiorisce» come un campo coltivato a insalata; Porta S. Giacomo, dove scorrazza libero un gruppo di galline, e il Sentierone dove pascolano floride mucche. L'asfalto, in tutti e tre i soggetti, lascia il posto all'erba dei campi e ad allegre tavolate che evocano il «cuore nostrano» del nostro territorio. Insalata, uova e formaggi arrivano «a Km Zero», all'ora di pranzo o cena, «appena colta», «fresche di giornata» e «nostrani», nei «ristoranti di Bergamo e provincia», come recita il testo della Campagna. La fotografia di Porta S. Giacomo è stata gentilmente concessa da Turismo Bergamo.

Il logo «Bergamo Terra&Cibo a Km Zero», realizzato ah hoc per promuovere la filiera corta, accompagna tutta la Campagna di Comunicazione del Festival. La manifestazione sarà promossa in città e in Provincia attraverso annunci stampa, affissioni, totem, locandine e spot radio.

Tutte le informazioni su www.bergamoterraecibo.it

a.ceresoli

© riproduzione riservata