Giovedì 12 Maggio 2011

Piazza Dante, pulita e riparata:
torna a splendere la fontana

Sarà inaugurata ufficialmente venerdì 13 maggio, alle 11, la restaurata fontana di piazza Dante, nel cuore di Bergamo, definita – con maggiore rigore storico – «Fontana della Fiera». Fu infatti realizzata nel secolo XVIII come ornamento degli edifici che costituivano l'antica Fiera di Sant'Alessandro, poi abbattuta per lasciare il posto al nuovo centro di Bergamo studiato dall'architetto Piacentini all'inizio del Novecento.

Una fontana storica, quindi, che negli ultimi anni si era molto rovinata a causa del logorio del tempo ma anche per opera di vandali. È chiamata anche «Fontana del Tritone», per la rappresentazione statuaria della figura mitologica.

Il corpo della fontana è in ceppo lombardo di varietà «gentile», mentre la vasca è in marmo bianco di Zandobbio. La fontana si presentava in pessimo stato di conservazione, coperta da muschi, licheni, alghe e funghi. Vi erano molte fessurazioni, oltre alla mancanza di elementi decorativi come le zampe dei cavalli, la coda del tritone e il calice.

La fontana torna ora a nuovo splendore, dopo minuziosi lavori eseguiti dalla Ars Restauri di Tribbia su progetto di Guido Roche della Architecno srl di Alzano Lombardo. La prima fase di intervento è stata una profonda pulitura superficiale, per poi passare al consolidamento della pietra ammalorata e sconnessa.

Sono stati ricostruiti gli elementi mancanti mediante copia delle porzioni esistenti, per poi procedere alla stuccatura e alla stesura di un protettivo idrorepellente su tutta la superficie. È stato anche realizzato un impianto di ricircolo delle acque.

Il costo è sostenuto dalla Camera di Commercio che ha messo 110 mila euro a disposizione del Comune e in particolare della Cobe spa. «A spese nostre – afferma l'assessore ai Lavori Pubblici, Alessio Saltarelli – sono stati eseguiti altri lavori per sistemare i vialetti e le panchine della piazza, per potenziare l'impianto di illuminazione e la videosorveglianza».

r.clemente

© riproduzione riservata