Venerdì 20 Maggio 2011

Lettura, meditazione e trucco
per i pazienti di oncologia

Laboratori di lettura ad alta voce, meditazione e corsi di trucco. È entrato nel vivo in questi giorni «Tempo Prezioso», un progetto di animazione per i pazienti del Dipartimento di Onco-ematologia degli Ospedali Riuniti di Bergamo, con l'obiettivo di coinvolgerli in attività ludiche, ricreative e artistiche.

Promotrice del progetto l'associazione culturale Artigiani del Tempo, che ha potuto contare sul prezioso contributo della Fondazione della Comunità Bergamasca e sulla donazione lasciata da Carla Comana Bonaldi, benefattrice dell'ospedale, scomparsa tre anni fa dopo una lunga malattia.

Prima di morire la signora Bonaldi aveva affidato a suo nipote, Fabio Comana, regista e fondatore della compagnia teatrale Erbamil, il compito di offrire ai pazienti la possibilità di vivere esperienze positive anche nel tempo trascorso in reparto, tra visite mediche e terapie.

Il laboratorio di lettura ad alta voce, condotto dallo stesso Fabio Comana, intende insegnare a pazienti e familiari alcune semplici tecniche di lettura ad alta voce per riscoprire il piacere di allietare le ore vuote senza doversi chiudersi nella solitudine di un libro.

Sarà invece Ida Pezzini, maestra di yoga ed esperta di meditazione, a condurre il laboratorio dedicato a questa particolare tecnica di concentrazione capace di sviluppare il potenziale energetico racchiuso in ciascuno di noi.

Il laboratorio di Trucco sarà condotto da Laura Busetti, esperta di maquillage, che insegnerà alle pazienti alcune semplici tecniche per valorizzare il proprio aspetto esteriore e sentirsi sempre belle e sicure di sé.

«Oltre ai laboratori di lettura, trucco e meditazione, durante l'estate e l'inizio dell'autunno partiranno anche i laboratori di yoga e teatro. In programma abbiamo anche esposizioni, incontri e spettacoli all'interno e all'esterno dell'ospedale per coinvolgere anche familiari e amici dei pazienti e favorire l'osmosi tra il reparto, le persone che lo animano e la vita sociale della città - ha anticipato Fabio Comana -. Crediamo che ogni persona possieda molte risorse creative che possono esprimersi in modalità diverse di rapporto con l'arte. Dare spazio a questo bisogno di creatività e maturazione personale può aiutare ad affrontare l'esperienza della malattia con maggiore serenità e apertura al dialogo con il prossimo».

«Siamo estremamente riconoscenti alla signora Bonaldi che si è sempre dimostrata molto generosa nei confronti degli Ospedali Riuniti e sensibile alle necessità reali di pazienti e operatori - ha commentato il direttore sanitario degli Ospedali Riuniti, Laura Chiappa -. Quella di Tempo prezioso è un'esperienza che permette di passare dal curare al prendersi cura, dall'attenzione alla malattia a quella per la persona nella sua totalità. Il coinvolgimento diretto in attività come queste invece aiuta i pazienti a sentirsi meglio con se stessi e con gli altri, contribuendo a migliorare lo stato di benessere e a creare un clima di serenità e fiducia all'interno di un reparto delicato e difficile, dove la sofferenza fisica e psicologica dei pazienti si associa a lunga periodi di attesa».

Tutti gli incontri sono gratuiti e si svolgeranno nel tardo pomeriggio nella sala d'aspetto del day-hospital del reparto di Oncologia degli Ospedali Riuniti (Ingresso 12), ma non si esclude la possibilità di usufruire di spazi esterni all'ospedale per godere anche della vita attiva della città. Per informazioni e prenotazioni è possibile contattare da lunedì a venerdì dalle 10 alle 18 il numero 349.0917166, mandare una mail all'indirizzo info@artitempo.org oppure consultare il sito www.artitempo.org .

m.sanfilippo

© riproduzione riservata