Giovedì 26 Maggio 2011

Tentano di truffare i parroci:
presa la banda delle cartagloria

Erano documentatissimi sui morti di fine '800 e inizio '900, sui nomi dei parroci del passato. Ai parroci di oggi hanno tentato di vendere per autentiche alcune cartagloria che in realtà erano state realizzate su un camper-laboratorio. I due autori sono stati denunciati.

Si tratta di due bresciani di 56 e 62 anni, uno originario di Taranto. Si erano presentati con le cartagloria - cornici che contengono preghiere in latino o brani del vangelo - dai parroci di Grumello del Monte, Telgate e Tagliuno.

Uno di loro ha accettato di comprare una cartagloria per 300 euro, poi però s'è rivolto ai carabinieri. Che hanno atteso i complici, tornati alla carica per una nuova vendita, e li hanno smascherati.

I due giravano per i cimiteri e realizzavano nel camper cartagloria con i momi di persone realmente esistite nei paesi dove volevano colpire: questi nomi finivano sulle false etichette sul retro.

Si documentavano sui parroci del passato e creavano documenti falsi per certificare l'autenticità e la provenienza, compresi attestati di vendita dai parroci del passato a finti antiquari per giustificare il perché le cartagloria fossero state cedute in passato, magari per comprare altri oggetti per le chiese.

Ora i carabinieri stanno cercando di capire se i due abbiano colpito anche altrove, magari fuori dal territorio bergamasco.

r.clemente

© riproduzione riservata