Lunedì 20 Giugno 2011

Patente, arriva la «ricarica»
Punti persi: Bergamo è 42ª

Bergamo è 42ª in classifica fra le province italiane (110 in totale) dove sono stati tolti più punti dalle patenti dall'entrata in vigore - cioè da fine giugno del 2003 - della nuova normativa. E per i più bravi alla guida è in arrivo il bonus di due punti.

La nostra provincia è dunque nella parte alta della classifica dei più tartassati in fatto di punti tolti dalla patente di chi ha infranto, in modo più o meno grave, il codice della strada. Che questo sia dovuto a una maggiore indisciplina orobica, piuttosto che a un maggior numero di controlli, è tutto da verificare.

In Lombardia - spiega un'indagine pubblicata da Il Sole-24 ore - hanno perso più punti, nell'ultimo biennio: Brescia 26ª con 43,54 punti tolti ogni 100 parenti, Mantova 28ª con 43,14, Cremona 29ª con 42,91. Seguono nell'ordine Milano 33ª con 40,96, Sondrio 41ª con 39,25, Bergamo 42ª con 38,89, Lodi 60ª con 34,64, Varese 61ª con 34,54, Monza 68ª con 33,32, Como 69ª con 33,27, Lecco 74ª con 32,47. La peggiore in Italia è Bologna con 59,61, la migliore è Sassari che è 110ª con 15,55.

Per curiosità, dall'entrata in vigore della patente a punti in terra Bergamasca sono stati tolti 198,5 punti ogni 100 patenti, una media quindi di due punti per ogni patentato.

Per i più virtuosi invece è in arrivo la «ricarica»: chi non ha commesso violazioni che comportino decurtazioni di punti ogni biennio riceve due punti in «omaggio», fino a un massimo di 10. Quindi chi dall'entrata in vigore della patente a punti (2003) non ha mai subìto decurtazioni al primo luglio di quest'anno si ritroverà un gruzzolo di ben 28 punti.

Tutti i dettagli e le curiosità su L'Eco di Bergamo del 21 giugno

r.clemente

© riproduzione riservata