Giovedì 23 Giugno 2011

Maturità, da Seneca alle funzioni
I link ai quesiti e alle soluzioni

Giovedì mattina i 7.707 studenti bergamaschi della maturità sono tornati in classe per la seconda prova scritta: latino al classico, matematica allo scientifico, economia aziendale all'istituto tecnico commerciale, costruzioni ai geometri, e via con la materia caratterizzante del percorso di studi.

Per il licei artistici e istituti d'arte, invece, la seconda prova è un laboratorio o un progetto e si volgerà su tre giorni, sabato compreso.

Qui i testi di tutte le prove
Ecco il link alle soluzioni

Mentre i candidati alla maturità stavano svolgendo la seconda prova scritta, i siti studenteschi si sono riempiti di indiscrezioni, spesso supportate da copie fotografate con cellulari dagli stessi studenti, sulle tracce proposte dalle 12.373 commissioni d'esame.

Dopo le prime rivelazione giunte in tempi record sulla traccia di latino al Classico, dove è stato proposto un brano di Seneca (giudicato alla portata degli studenti), tratto dalle «Lettere a Lucilio», la numero 74, intitolata «Il vero bene è la virtù», i social network frequentati dai ragazzi hanno indicanto, spesso con dovizia di particolari, i temi degli altri corsi ed indirizzi di studio.

Per quanto riguarda il compito di Matematica allo Scientifico, i candidati alla maturità sono stati chiamati a rispondere un problema di analisi riguardante un quesito di geometria analitica oppure uno studio di funzione, oltre che a 10 domande 360 gradi sulla materia.

Al liceo pedagogico è stata invece proposto un compito sulle basi del metodo montessoriano. Agli studenti di informatica un compito sul web 2.0. Al Tecnico industriale, per il tema di Elettronica le indicazioni riguardano un problema pratico riferito al sistema automatizzato di riempimento e pesatura. Per i candidati alla maturità in Economia aziendale, invece, è stata preparata una traccia sulle conseguenze della crisi economica sullo stato patrimoniale e il conto economico del bilancio di una azienda.

Per quanto riguarda i Ragionieri programmatori, il Miur ha predisposto una traccia riguardante un'ipotetica agenzia immobiliare, che intenda «potenziare - si legge nel forum del sito studenti.it - la sua attività per offrire, nella città dove si trova, affitti di case per brevi periodi». «In tale città - continua il testo - è infatti forte la richiesta di tali servizi in ogni momento dell'anno ed anche in relazione a diversi eventi internazionali che richiamano un forte flusso turistico, che non trova accoglienza nelle strutture alberghiere. L'agenzia intende realizzare un sistema, anche accessibile dal suo sito web, che renda pubbliche le offerte di affitto di appartamenti di proprietari privati, consentendo al tempo stesso le prenotazioni e la conferma delle transazioni in affitto».

Ai futuri geometri è stato chiesto di realizzare un muro di sostegno per terrazze di parco pubblico in zona non sismica. Ai candidati frequentanti i corsi di grafica pubblicitaria sarebbe stato invece chiesto di realizzare una campagna per un museo delle arti in un museo del centro Italia. All'alberghiero, il tema riguarderebbe le condizioni igieniche degli alimenti e dei servizi di ristorazione, la cui trascuratezza potrebbe essere causa di svariate tossico infezioni alimentari.

Secondo skuola.net, le rivelazioni presenti sui siti studenteschi non rappresentavano alcuna «fuga di notizie», perché sul forum sarebbero giunte appena 11 segnalazioni: il fenomeno «è davvero limitato per non dire trascurabile» e conferma «che le campagne di informazione e i controlli funzionano».

Mercoledì, intanto, smentite le previsioni della vigilia per la prova d'italiano, quasi la metà degli studenti (42% il dato nazionale) si è buttata sul cibo. La traccia «Siamo quello che mangiamo» è risultata la preferita anche fra gli studenti bergamaschi, seguita da quella che chiedeva una riflessione sulla fama partendo dall'affermazione-provocazione del pittore pop Andy Warhol che sosteneva che nella società di massa tutti sono celebri per un quarto d'ora.

Fra le ragazze ha ottenuto un buon successo anche la traccia artistico-letteraria, su «Amore, odio e passione», corredata dai testi di Manzoni, Verga, D'Annunzio e dai quadri di Klimt e De Chirico. Qualcuno ha planato su Ungaretti (il primo nome a comparire sui siti studenteschi alle 8,27, traccia in serata contestata in rete perché la poesia Lucca non comparirebbe nei programmi), mentre solo i più tosti e toste hanno deciso di misurarsi con la traccia politica (una riflessione ben argomentata su destra e sinistra) e quella storica, dedicata al '900 e in particolare agli anni Settanta.

Poco scelta, infine, la bellissima traccia su Enrico Fermi, che dalla biografia apriva, in modo mediato, riflessioni sul ruolo dello scienziato ma anche sul nucleare di guerra e di pace.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata