Lunedì 04 Luglio 2011

Era in sella alla moto nuova
il 36enne morto a Ciserano

Stava rincasando a Verdellino dopo un giro in moto con gli amici in Val Brembana, quando sulla provinciale Francesca, a Ciserano, si è scontrato con l'auto che stava sorpassando ed è finito contro il cordolo di un'aiuola. Sbalzato di sella, Daniele Romanelli, 36 anni, autotrasportatore per il supermercato «Ld» di Capriate, è morto sul colpo.

Il trentaseienne, che a Verdellino abitava in via Giordano Bruno, era un motociclista esperto da sempre appassionato delle due ruote: la moto in sella alla quale ieri ha perso la vita era una Yamaha R1, che aveva comprato da circa una settimana.

Uno dei suoi amici, percorrendo in auto la Francesca poco dopo l'incidente, l'ha riconosciuta e così ha subito avvisato la sua fidanzata che è poi corsa sul luogo dell'incidente scoprendo la tragedia. «La nuovo moto Daniele me l'aveva fatta vedere sabato - ha affermato sconvolta –-gli ho raccomandato di stare attento. Lui mi ha risposto di non preoccuparmi. Ed ora è qui disteso a terra morto».

L'incidente, rilevato dai carabinieri della compagnia di Treviglio, verso le 13. Secondo una prima ricostruzione, il motociclista percorreva la Francesca in direzione Zingonia, quando, arrivato all'altezza del parcheggio della Euroservice e della Vitali Rottami, ha iniziato il sorpasso di una Ford Focus che viaggiava nella sua stessa direzione. A questo punto moto e auto, per cause ancora in fase di accertamento, si sono toccate. Romanelli ha perso quindi il controllo della moto, ha invaso la corsia opposta ed è finito contro il cordolo, alto circa 15 centimetri, dell'aiuola sul ciglio della strada che delimita il parcheggio.

L'impatto è stato terribile: la parte frontale della moto è andata distrutta. Il centauro è stato sbalzato violentemente sull'asfalto, finendo poi nel parcheggio a circa venti metri dal cordolo. Subito si sono fermati alcuni automobilisti che hanno chiesto l'intervento dei soccorsi. Sul posto è intervenuto anche l'elicottero del 118, ma tutti i tentativi di salvare il motociclista si sono rivelati vani. Nessuna ferita invece per l'automobilista a bordo della Ford Focus: per lo stato di choc in cui si trovava è stato trasportato al Policlinico di Zingonia.

Leggi di più su L'Eco di lunedì 4 luglio

m.sanfilippo

© riproduzione riservata