Giovedì 07 Luglio 2011

Cade dal balcone di casa
Muore pensionato a Stezzano

Stava sistemando il motore del condizionatore di casa, quando è precipitato dal balcone. È morto così Mario Grassia, 68 anni, di Stezzano, funzionario di banca in pensione. La disgrazia mercoledì 6 luglio nel primo pomeriggio. A trovarlo, riverso a terra nel giardino della loro villetta, è stata la moglie Angela, che ha dato subito l'allarme al 118. A nulla però sono valsi i lunghi tentativi di rianimarlo: per Mario Grassia non c'è stato nulla da fare.

L'incidente domestico poco dopo le 13,30 in via Mascagni, al civico 6, dove la vittima abitava con la moglie. Proprio ieri i coniugi avevano deciso di rimettere in funzione il climatizzatore, per combattere la calura estiva. Come ogni anno, però, prima di farlo ripartire, bisognava rimuovere una sorta di piccola ringhiera a rete, posta a protezione del balcone, per far «respirare» meglio il motore dell'elettrodomestico.

È stato durante queste operazioni che, secondo una prima ricostruzione dei fatti, l'ex funzionario di banca è precipitato, cadendo nel cortile della villetta. Il sessantottenne è precipitato da un'altezza di circa tre metri e mezzo, battendo il capo. Forse la vittima ha perso l'equilibrio, ma non si può escludere nemmeno l'ipotesi di un malore.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Stezzano, che hanno ricostruito la dinamica della disgrazia e informato la Procura. Il magistrato di turno ha concesso il nulla osta all'affidamento della salma ai familiari. Non ancora fissata la data dei funerali.

Leggi di più su L'Eco di giovedì 7 luglio

m.sanfilippo

© riproduzione riservata