Martedì 12 Luglio 2011

Bergamo perde il corso universitario
per tecnici di radiologia medica

L'Università Bicocca di Milano ha pubblicato il bando di concorso per l'ammissione ai corsi di laurea delle professioni sanitarie 2011-2012. Purtroppo, come temuto, Bergamo perde il corso per tecnici di radiologia, professione di cui invece il territorio ha bisogno sia per il ricambio del turnover sia per la crescente richiesta di questi tecnici dovuta al crescente utilizzo di tecnologie radiologiche nelle terapie contro i tumori.

Per Orazio Amboni del dipartimento welfare della Cgil «sono rimaste senza effetto, evidentemente, le assicurazioni che erano state fornite dalla direzione degli Ospedali Riuniti circa la permanenza a Bergamo del corso di laurea, con lezioni in videoconferenza». Il decreto (nell'allegato) conferma la presenza a Bergamo dei corsi di Fisioterapia (60 posti su due sedi), Infermieristica (350 posti su sei sedi), Ostetricia (50 posti tra Monza e Bergamo).

Le iscrizioni, solo on line (http://www.unimib.it/segreterieonline) fino alle ore 12 del 24 agosto. Le prove di selezione (test di ammissione) avranno luogo in tutta Italia l'8 settembre. La Cgil, insieme all'associazione Proteo, organizza incontri di preparazione: programmi d'esame e calendario degli incontri possono essere richiesti per mail a [email protected]

L'intervento del direttore generale dei Riuniti
Sulla questione interviene anche il direttore generale dei Riuniti, Carlo Nicora. «L'Università di Milano Bicocca - dice - ha adottato una nuova organizzazione che cambierà solo in minima parte la situazione odierna. Gli studenti residenti nella nostra provincia potranno scegliere se frequentare le lezioni a Monza oppure a Bergamo, in alcuni casi in videoconferenza.

Solo il 20% dei moduli si svolgerà obbligatoriamente a Monza. Per quanto riguarda il tirocinio si potrà scegliere di svolgerlo interamente agli Ospedali Riuniti, come è accaduto finora. È una situazione analoga a quella sperimentata da un paio d'anni per il corso di laurea in Fisioterapia, senza particolari contraccolpi».

r.clemente

© riproduzione riservata