Martedì 12 Luglio 2011

Come nel film Indiana Jones:
la pistola ... batte la spada

Come nella celebre scena dal film di Indiana Jones: la spada contro la pistola. Nel film lo spadaccino è finito male. Ad Arcene invece, quando il poliziotto ha estratto l'arma, il fuggitivo ha preferito darsela a gambe levate, sparendo in un campo di grano.

Ma andiamo con ordine. Siamo a Brignano, Bassa Bergamasca. È un torrido martedì pomeriggio di luglio. Una pattuglia della polizia locale del Consorzio di Brignano incrocia un uomo in ciclomotore. L'occhio attento dell'agente riconosce quel tunisino di 29 anni che qualche tempo fa era stato fermato perché guidava senza avere la patente.

Scatta l'inseguimento, che dura un po', fino ad Arcene. La pattuglia taglia la strada al motorino. Il guidatore vola, moto al seguito, in un campo di grano. L'agente scende e si avvicina.

È allora che da un cartone, che aveva al seguito, il fuggitivo estrae magicamente nientemeno che una katana. Comincia ad agitarla, puntandola addosso al poliziotto.

Chissà se anche a lui, agente di polizia locale, in quel momento è venuto in mente Indiana Jones. Sfodera la pistola, pronto a difendersi. Il tunisino però capisce di essere cascato male: gira i tacchi e fugge a gambe levate. Senza mollare la spada.

Arrivano i rinforzi (i carabinieri) e il campo viene circondato: si cerca fra il grano. Ma del fuggitivo non c'è traccia: probabilmente rispunterà dalle spighe a notte fonda, quando tutto si sarà calmato.

Ma dal cartone, sul motorino, qualcos'altro è spuntato subito: oltre al fodero della katana, uno sfollagente in metallo, con custodia, e uno spray urticante al peperoncino. Cosa il tunisino volesse farci con tutta questa mercanzia, per ora è un mistero. Lo sveleranno forse i poliziotti, la prossima volta che lo incroceranno.

r.clemente

© riproduzione riservata