Martedì 19 Luglio 2011

Orio-Maiorca: 14 ore di ritardo
Il racconto di un passeggero

Altra disavventura per i passeggeri di Spanair. Lo scorso 5 giugno il ritardo di 10 ore per raggiungere Maiorca, ora un lettore segnala i disagi subiti da numerosi passeggeri diretti nella stessa località spagnola domenica 10 luglio con un volo da Orio al Serio.

«Ho letto sull'edizione odierna del Vostro quotidiano - scrive Paolo P. - della disavventura subita dai 172 passeggeri in partenza per Maiorca lo scorso 6 giugno con 10 ore di ritardo. Purtroppo a noi è andata anche peggio! Volo Spanair "jk 4502" con orario di partenza previsto alle 22.40 da Orio al Serio. Al nostro arrivo in aeroporto, verso le 20.20, notiamo subito dal tabellone-orari che tutti i voli da e per Maiorca erano in ritardo di circa un'ora, così come il nostro che era stato spostato alle 23.30».

«Dopo aver fatto il check-in ed aver passato il primo controllo - continua Paolo - restiamo in attesa dell'imbarco nell'apposita area, ma ecco tra lo stupore generale di tutti noi turisti in attesa di partire per le tanto attese vacanze, che il volo sul tabellone viene rimandato alle 00.15. L'unica spiegazione fornitaci è che l'aereo che avrebbe dovuto portarci a Mallorca non poteva atterrare a Orio in quanto era in corso un temporale anche se tutti gli altri aerei atterravano regolarmente e quindi era in attesa di ricevere l'ok dalla torre di controllo per l'atterraggio. Questo ok non verrà però mai dato, difatti l'aereo viene fatto atterrare a Montichiari e il nostro volo rimandato prima dalle 00.15 alle 00.17 e poi alle 02.01. Fino all'01.30 circa siamo rimasti in attesa speranzosi che il nostro aereo arrivasse da Montichiari a Orio per poter finalmente partire, ma ecco che arriva la CapoScalo, la quale ci comunica che il nostro volo sarebbe stato annullato e rimandato al giorno seguente in mattinata tra la rabbia, giustificata, di noi tutti».

«Veniamo così mandati all'area check-in per ritirare i nostri bagagli per essere mandati negli alberghi della zona. Dopo mezz'ora di attesa veniamo divisi in due gruppi a seconda del tour operator e smistati quindi in due alberghi diversi. Io che viaggiavo col tour operator Volando vengo mandato al Grand Hotel del Parco di Stezzano, insieme, se non sbaglio ai turisti che viaggiavano con Veratour e Francorosso. Ma la disavventura non è finita qui. Arrivati alle 02.15 all'hotel di Stezzano veniamo abbandonati per quasi un'ora fuori dal cancello in quanto la Direzione dell'hotel decide (giustamente, secondo me) di non farci entrare fino a quando uno tra i tour operator e la Spanair avesse deciso di fornire il numero di carta di credito a garanzia di pagamento. Dopo quasi un'ora abbandonati di fuori dall'albergo, con anche numerosi bambini tra i presenti, viene fornito il tanto atteso numero di carta di credito e possiamo entrare nelle nostre camere, quando sono arrivate quindi le 3.15 e tra la rabbia totale di noi turisti. Ci viene comunicato, prima di entrare nelle stanze che il volo sarebbe partito il lunedì mattina alle 12.40. La mattina seguente veniamo accompagnati in aeroporto e con un comunicato congiunto di tour operator vengono fornite le scuse (si parla di problema operativo-tecnico come causa dell'annullamento) e viene garantito il rimborso di un giorno di soggiorno e finalmente possiamo partire con 14 ore di ritardo».

e.roncalli

© riproduzione riservata