Martedì 02 Agosto 2011

La figlia di Eros è nata a Piario?
In valle è tutto un «gossippare»

«Ti prego non insistere, magari chiamerò. Non ti prometto niente..». È la citazione del testo di una canzone di Eros Ramazzotti, ma anche quello che si sentono rispondere cronisti e curiosi che in questi giorni provano a verificare direttamente l'ipotesi che circola in Val Seriana riguardo la nascita a Piario della piccola Raffaella Maria Ramazzotti, figlia del cantante e di Marica Pellegrinelli, 23 anni, originaria di Parre.

La coppia da qualche settimana è stabilmente in Val Seriana e questa non è sicuramente una leggenda. I due, accompagnati anche da Aurora, 14 anni, nata dal matrimonio di Eros con Michelle Hunziker, erano nei giorni scorsi a fare shopping nel centro di Clusone, mostrandosi disponibili con i fans, scattando fotografie e firmando autografi.

Il rimanere in Alta Val Seriana nell'imminenza della data del parto è legato secondo alcuni al fatto che la piccola Raffaella Maria dovrebbe nascere (o addirittura sarebbe già nata nel pomeriggio di sabato 30 luglio) all'Ospedale Locatelli di Piario, dove lavorerebbe lo specialista di fiducia della famiglia. A Parre e Piario, ma anche negli altri paesi della Valle, le voci si rincorrono, con i soliti «bene informati» che giurano sul parto già avvenuto, altri che segnalano una strana «blindatura» del reparto di ostetricia dell'Ospedale.

Secondo altri invece si tratterebbe di voci infondate, con la piccola ancora tranquilla nel grembo materno. Altri ancora confermano invece per avvenuto il parto, ma in una clinica milanese. Il gossip è fra gli sport più praticati dell'estate e tutto fa parte del gioco, compresa però anche la dovuta privacy che la coppia ha saputo comunque mantenere in questa vacanza bergamasca e che la gente di Parre pare assecondare di buon grado.

Le prime immagini della piccola sarebbero oggetto di esclusiva per un noto settimanale, con compenso a sei zeri che Eros e Marica avrebbero già deciso di devolvere in beneficenza. Per chi fosse a caccia di conferme impossibile percorrere anche la via «amministrativa» della registrazione all'anagrafe. La legge italiana prevede infatti l'obbligo di denunciare la nascita dei neonati per dare loro identità e stato giuridico.

L'iscrizione di un neonato all'anagrafe può essere effettuata entro il termine di tre giorni dalla nascita direttamente presso la struttura sanitaria pubblica o privata dove è avvenuto il parto, oppure entro dieci giorni presso l'ufficio di stato civile del comune dove è avvenuta la nascita o in quello di residenza dei genitori.

E c'è chi dice che Eros Ramazzotti abbia già comunicato «in codice» la nascita della piccola Raffaella Maria, pubblicando sul proprio profilo ufficiale Facebook una poesia di Paul Verlaine (divisa in tre successivi messaggi). L'idea sarebbe nata dal famoso episodio dello sbarco in Normadia, quando gli Alleti segnalarono in anticipo lo sbarco alla resistenza francese trasmettendo attraverso Radio Londra i versi di una poesia...di Paul Verlaine!

Comunque, a quanti reputano improponibile l'ipotesi Piario per una star come “baby Ramazzotti” va invece sottolineato che il reparto di Ostetricia e Ginecologia dell'Ospedale Locatelli riscuote grande credito.

G. B. G.

a.ceresoli

© riproduzione riservata