Giovedì 06 Ottobre 2011

Trenord e Poste, una bella lotta
Chi vince la gara del disservizio?

«"A seguito dei disagi occorsi al servizio ferroviario nel mese di dicembre 2010" la società Trenord mi invia un coupon di 6,65 euro, comprensivo delle "eventuali" spese postali sostenute per l'invio della richiesta. La lettera di Trenord è datata Milano, 10 maggio 2011 ed è pervenuta a Bergamo il 4 ottobre 2011».

«Il responsabile mi ricorda (ma quando mai me l'aveva detto?) che ho "diritto a utilizzare il coupon sino a settembre 2011". Adesso cosa faccio? Scrivo una lettera a Trenord (né sulla corrispondenza, né sul sito compare un indirizzo email) per chiedere la proroga nell'utilizzo del coupon?».

«O posso consegnarlo a un ferroviere con preghiera di recapito e risparmiando le spese postali? Tutto sommato, anche Trenord a coprire le distanze tra Bergamo e Milano in meno di cinque mesi ce la fa tranquilla. Altro che la proverbiale inefficienza delle Poste...».

m.sanfilippo

© riproduzione riservata