Lunedì 10 Ottobre 2011

Stazione Fs, incassi da serie A
Ma servizio e condizioni da C

Da Trenitalia a Trenord: questo potrebbe essere il futuro della gestione della biglietteria della stazione ferroviaria di Bergamo, bersaglio di critiche e di proteste dei viaggiatori per il servizio offerto, non certo all'altezza di una delle stazioni che più rendono in termini d'incassi a livello nazionale.

La biglietteria di Bergamo, in attesa del restyling che verrà, è carente di personale, ha spesso le macchine self-service fuori combattimento e da tempo non ha più un ufficio di assistenza alla clientela. Nell'angusto atrio della biglietteria non ci stanno molti viaggiatori e spesso questi devono stazionare all'esterno, sotto la tettoia che si affaccia sul piazzale, in fila per comprare il biglietto o in attesa dei treni.

E Bergamo è una delle biglietterie da prime posizioni in assoluto quanto a incassi nel sistema ferroviario nazionale. È terza dopo Milano Centrale e Brescia secondo statistiche recenti. Milano Centrale e Brescia sono però stazioni dove ci sono anche i servizi delle «Frecce» e gli Eurostar e non solo il trasporto regionale come è per Bergamo. In pratica la nostra biglietteria ferroviaria rende come se fosse una stazione di serie A, in realtà è nelle condizioni da serie B ma anche C. Basta confrontare, per fare un esempio, le condizioni delle biglietterie di Cremona o di Mantova dopo la riqualificazione e incassano molto meno di Bergamo.

Per saperne di più leggi L'Eco di Bergamo del 10 ottobre

fa.tinaglia

© riproduzione riservata