Giovedì 27 Ottobre 2011

Azzano: «Registro dei voli
Ma per ora niente azioni legali»

A due settimane della manifestazione in centro a Bergamo di Legambiente e dei comitati sulla questione aeroporto, e a quasi due mesi dall'inizio della protesta ad Azzano (con tanto di striscioni ancora esposti su molti balconi del paese dell'hinterland) l'amministrazione comunale di Azzano ha deciso di rompere gli indugi, dando il via ad azioni concrete per tutelare i propri cittadini: tra queste, il registro dei voli che hanno sorvolato il paese nel mese di settembre. Il documento è stato inserito all'interno di una missiva ufficiale del Comune inviata a Enac ed Enav.

Altro punto: la centralina antirumore. L'amministrazione, dopo svariate trattative con i privati, ha ottenuto, in collaborazione con Arpa e Sacbo, l'installazione di una centralina antirumore in via Isonzo (a ridosso della fascia A, la più colpita dal rumore degli aerei), che dai prossimi mesi inizierà a fornire dati scientifici in merito.

E nelle ultime settimane, in municipio è arrivata la «patata bollente» della richiesta di intraprendere un'azione legale, vista la violazione delle rotte. La proposta è stata fatta, ancorché in maniera informale, durante la riunione dei capogruppo da Sergio Assi, capogruppo in Consiglio comunale di «Noi per Azzano».

«Ho proposto che il Comune di Azzano - ha spiegato Assi - si facesse capofila di un accordo con gli altri Comuni che contemplasse al suo interno anche un'azione legale, affinché chi è preposto alla gestione e al controllo del rispetto delle rotte svolga il proprio compito». La richiesta non è stata tuttavia accolta dal sindaco Simona Pergreffi, in quanto un'eventuale azione legale rischierebbe di compromettere il dialogo con la stessa società, con cui il Comune di Azzano sta portando avanti da alcuni mesi il discorso della mitigazione dell'impatto degli stessi voli.

Leggi di più su L'Eco di giovedì 27 ottobre

m.sanfilippo

© riproduzione riservata