Martedì 22 Novembre 2011

Riciclart, l'educazione ambientale
entra nelle scuole bergamasche

Il Comune di Bergamo e Aprica SpA promuovono per l'anno scolastico 2011/2012, un progetto di educazione ambientale, per la promozione del riciclo dei materiali, rivolto alle classi 4ª e 5ª delle scuole primarie e alle classi 1ª e 2ª delle scuole secondarie di primo grado di Bergamo.

Il progetto è finalizzato a diffondere la cultura dell'uso senza sprechi delle risorse naturali, la prevenzione dei rifiuti, la promozione della raccolta differenziata e l'adozione di “buone pratiche” nelle strutture scolastiche, attraverso un percorso sviluppato dagli insegnanti sulla base di materiale informativo e interventi formativi tenuti da esperti messi a disposizione da Aprica.

L'iniziativa prevede un incontro di presentazione con gli insegnanti per illustrare le finalità del progetto e due incontri, di due ore ciascuno, in classe. Nel primo incontro sarà illustrata una panoramica generale sul ciclo dei rifiuti: riduzione della produzione, raccolta differenziata, riuso, riciclaggio, recupero energetico. Nel secondo incontro verranno trattate le tecniche di riciclaggio, di riduzione ed i conseguenti vantaggi ambientali: minor inquinamento, minor consumo di materie prime, risparmio di energia. La partecipazione al progetto per le scuole è interamente gratuita. Al termine degli interventi le classi saranno invitate a partecipare ad un concorso che prevede la realizzazione di sculture e/o oggetti di arredo e di design ottenuti riciclando prodotti altrimenti destinati a diventare rifiuto.

Al termine del concorso saranno nominate vincitrici 8 classi: 4 per le scuole primarie e 4 per le scuole secondarie. Le classi vincitrici saranno premiate con un premio in denaro per l'acquisto di materiale didattico. I migliori lavori realizzati nell'ambito del concorso saranno inoltre raccolti in un libretto divulgativo realizzato a cura di Aprica.

Le iscrizioni a Riciclart vanno inviate, entro il 30 dicembre 2011: per fax allo 0302057369 per email all'indirizzo [email protected]



In occasione della presentazione del progetto “Riciclart”, il Comune di Bergamo e Aprica SpA, hanno fatto il punto della situazione su un'iniziativa iniziata lo scorso anno sempre in occasione della “Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti”. Si tratta di “Rifiuto con Affetto”, un'idea nata da un gruppo di giovani creative, tra cui la bergamasca Maria Zanchi. Dallo scorso anno in due biblioteche cittadine e in una scuola sono stati posizionati dei contenitori dove riporre oggetti a cui si è “affezionati” ma che non si usano più.

Da qui è nata una forma di baratto di libri, vestiti e oggetti che ha avuto una grande successo: “La nostra intenzione – annuncia l'assessore Massimo Bandera – è quella di introdurne altri. Alcune scuole della città hanno chiesto di poter aderire all'iniziativa. Speriamo di poterle accontentare”

e.roncalli

© riproduzione riservata