Mercoledì 28 Dicembre 2011

Capodanno, ballo in Piazza Vecchia
Tre disc jockey in Piazza Matteotti

Come ormai da tradizione, il Comune di Bergamo ha organizzato due feste distinte per festeggiare il Capodanno, sabato 31 dicembre. Una in Città Alta, in piazza Vecchia, e una a Bergamo bassa, in piazza Matteotti. Il via previsto dalle 22. In Città Alta sarà un Capodanno più elegante e con musica soft, a Bergamo bassa più spazio al «rumore», all'energia e al divertimento.

In piazza Vecchia l'appuntamento è fissato alle 22 (fino all'1 di notte): accanto alla musica di Radio ponte International ci saranno l'esibizione del corpo di ballo Pavlova (con esibizione di danze, coreografie che spaziano dal demi-classico, modern, contemporaneo e Hip-Hop) e l'esibizione live del musicista e compositore Alberto Masoni, mentre Omme Music di Leonardo Mastrapasqua presenterà 4 dei propri cantanti, con un repertorio di brani italiani ed esteri.

Alle 23,30 ci sarà - ed è l'autentica novità - la distribuzione gratuita di 200 numeri a una rappresentanza di chi festeggerà l'arrivo del 2012 in strada. Ne verranno estratti 4 e ai fortunati sarà regalato un orologio Swatch (sponsor Brivio Gioielli) con la speranza - è l'augurio generale - che il 2012 ci regali «tempi» migliori. Saranno offerti al pubblico partecipante panettone e champagne.

La manifestazione di Città Alta è organizzata dalla Vecchia Bergamo e dall'amministrazione comunale, in particolare da Giuseppe Petralia e Maurizio Maggioni, con la collaborazione del Bar Tasso e di Brivio Gioielli.

Si tratta di un evento particolarmente importante che - a dispetto di quanto accade in altre città, dove la politica dei tagli si è fatta sentire anche nell'ambito degli spettacoli - intende continuare a ravvivare il cuore di Città Alta che anche a Capodanno richiamerà come sempre residenti e turisti per una notte di festa.

In piazza Matteotti via alla baldoria dalle ore 22 (fino all'1,15) con vin brulé e soprattutto con la musica di Radio Number One: presenti tre disc jockey-animatori che condurranno la nottata con la verve e la simpatia consuete. Nel 2010 sono stati migliaia i bergamaschi che hanno salutato il 2011 in strada.

E nel 2011 saranno probabilmente di più visto che la crisi economica non indurrà molti a spendere per cenoni e discoteche. Anche il Comune è stato in dubbio, ma alla fine ha deciso di fare un sacrificio economico pur di non negare ai bergamaschi un brindici a cielo aperto. Tra l'altro nella serata del 31 dicembre è previsto bel tempo con temperature non rigide.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata