Mercoledì 11 Gennaio 2012

Con auto rubata e targhe diverse
Un serbo condannato a tre anni

Era stato pizzicato dalla Polstrada martedì 10 gennaio sull'autostrada A4 con un'auto rubata e due targhe diverse. Mercoledì 10 un serbo 47enne è stato condannato in direttissima a tre anni di reclusione e trasferito in carcere.

Forse pensava che bastassero le prime due lettere per non dare nell'occhio. Così su un'auto rubata aveva applicato, davanti e dietro, due targhe diverse, tranne che per le prime due lettere. Ma la differenza non è sfuggita agli agenti della polizia stradale di Seriate che, martedì alle 9 in A4, hanno visto la Nissan Micra posteggiata all'autogrill Brembo: per sorprendere il conducente, in quel momento assente, hanno raggiunto la prima piazzola di sosta in direzione di Milano e organizzato un posto di controllo.

Poco dopo è arrivata l'utilitaria, guidata dal serbo Z. P., 47 anni, già noto per analoghi reati. Nell'abitacolo gli agenti hanno trovato due computer rubati poco prima nella precedente area di servizio, la Sebino. La Micra era stata rubata a Capodanno a Milano, mentre la targa anteriore era stata «prelevata» il 10 dicembre scorso da un'altra auto ad Acqui Terme e quella posteriore il 7 gennaio a Voghera.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata