Galeotta fu la scritta «No Tav»:
tre ragazzi rischiano la denuncia

Tre ragazzi bergamaschi sono stati fermati e portati in questura domenica pomeriggio dopo essere stati sorpresi a scrivere con le bombolette spray «No Tav» sul muro tra via don Bosco e via Gavazzeni. Ora rischiano la denuncia.

Galeotta fu la scritta «No Tav»: tre ragazzi rischiano la denuncia

Tre ragazzi bergamaschi sono stati fermati e portati in questura domenica pomeriggio dopo essere stati sorpresi a scrivere con le bombolette spray «No Tav» sul muro tra via don Bosco e via Gavazzeni. Ora rischiano la denuncia.

I tre sono stati visti verso le 16 da una pattuglia di agenti delle Volanti mentre terminavano la scritta, un lavoro che dev'essere durato parecchio vista la grandezza e l'accuratezza del murale, dipinto in bianco e nero.

Sono stati accompagnati in questura per l'identificazione e rilasciati in serata. I loro dati non sono stati ancora forniti: per quanto è stato possibile sapere, sono tutti e tre bergamaschi, di circa vent'anni, dell'area dei centri sociali.ù

Sul fermo dei tre ragazzi nel pomeriggio di ieri è arrivato in redazione un comunicato di protesta del Csa Pacì Paciana. Il murale dei tre ragazzi in via don Bosco fa seguito ai 26 arresti dei giorni scorsi per le violenze in Val di Susa.

Leggi di più su L'Eco di Bergamo del 30 gennaio

© RIPRODUZIONE RISERVATA