Mercoledì 15 Febbraio 2012

Brebemi, prelevati i campioni
a Casirate e a Truccazzano

È partito ieri l'incidente probatorio sui tratti del tracciato dell'autostrada Brebemi sotto sequestro. A Casirate e a Truccazzano (Milano) sono stati prelevati campioni del materiale fornito dalla «Locatelli spa» di Grumello del Monte, accusata di aver scaricato sul fondo dell'autostrada, nei cantieri di Cassano e Fara Olivana, inerti non trattati.

È la prima volta dal giorno del sequestro, scattato lo scorso 30 novembre, che questo materiale è stato movimentato e si è potuto vedere chiaramente. Alla presenza dei periti della «Locatelli spa», del Consorzio Bbm (incaricato della costruzione dell'autostrada) e del Ctu (i consulenti tecnici di ufficio nominati dal giudice per le indagini preliminari), sono stati quindi prelevati dei campioni: già oggi si prevede che vengano analizzati dal laboratorio scelto dal gip per effettuare le analisi, che a breve diranno se le accuse contro la «Locatelli» sono fondate o no.

I campionamenti si sono concentrati su due tratti dell'autostrada sotto sequestro, a Casirate e Truccazzano. Queste operazioni dovranno essere effettuate su tutti i circa otto chilometri dell'autostrada sotto sequestro, che si trovano oltre che sul territorio di Truccazzano e Casirate anche a Treviglio, Fara Olivana, Bariano, Caravaggio e Antegnate.

Completati i prelievi a Truccazzano e Casirate, il Consorzio Bbm valuterà la possibilità di presentare istanza di dissequestro dei tratti di autostrada qui posti sotto sequestro. Si tratta di due tratti dove il sequestro sta influendo negativamente sulla tempistica dei lavori. Rimane comunque fissata al 21 maggio la data dell'udienza in cui si conosceranno i risultati.

e.roncalli

© riproduzione riservata