Passi dalla benzina al metano?
Il Comune ti dà una mano

Dal 20 febbraio sono nuovamente attivi gli incentivi per l'installazione di impianti a metano o gpl per le autovetture private di proprietà dei cittadini residenti nei Comuni aderenti alla Convenzione Icbi, tra cui anche Bergamo.

Passi dalla benzina al metano? Il Comune ti dà una mano

Dal 20 febbraio sono nuovamente attivi gli incentivi per l'installazione di impianti a metano o gpl per le autovetture private di proprietà dei cittadini residenti nei Comuni aderenti alla Convenzione Icbi, tra cui anche Bergamo.


Grazie alle risorse messe a disposizione dei sottoscrittori della Convenzione nel corso dell'ultima conferenza degli assessori Icbi, ripartono i progetti a favore della diffusione di carburanti a basso impatto ambientale, in particolare con la riattivazione degli incentivi alla trasformazione delle auto
da benzina a metano e gpl.
In particolare gli incentivi riguarderanno:
1) Erogazione incentivo per l'istallazione di impianti di alimentazione in automezzi privati alimentati a benzina -- Euro 2 / Euro 3
2) Progetto pilota per la conversione dei motori Diesel in propulsori alimentati contemporaneamente a gasolio e a gas (metano o GPL) (Veicoli commerciali)
3) Erogazione incentivo per la trasformazione dei veicoli commerciali alimentati a benzina -- Euro 2 / Euro 3.

Per le prime due misure la procedura per ottenere gli incentivi è semplice: il cittadino dal 1° marzo deve prenotare la trasformazione a GPL o a metano presso un'officina aderente all'iniziativa che, dopo avere verificato la disponibilità dei fondi, comunica quando potrà installare sul veicolo l'impianto a gas. Per la seconda misura gli incentivi partiranno fra qualche settimana,
presumibilmente dal 19 marzo.

Ecco tutti i primi elementi utili

1) Gli aventi diritto all'incentivo sono le persone fisiche e giuridiche che hanno la residenza e/o la sede legale/operativa in un Comune aderente alla Convenzione Icbi, che provvedono all'installazione di un impianto di alimentazione a gpl o metano su un veicolo alimentato a benzina che risulti di loro proprietà.
La data del documento fiscale (fattura o ricevuta fiscale) comprovante la trasformazione a gas e l'applicazione dell'incentivo, l'autocertificazione del beneficiario e il collaudo del veicolo a gas deve essere successiva alla data di apertura delle prenotazioni (01/03/2012).
Hanno diritto al contributo di € 500,00 le persone fisiche e le persone giuridiche residenti/aventi sede nei Comuni aderenti alla Convenzione ICBI che collaudano un impianto di alimentazione a GPL sul proprio veicolo Euro 2/Euro 3 immatricolato dopo il 01/01/1997.

Hanno diritto al contributo € 650,00 le persone fisiche e le persone giuridiche residenti/aventi sede nei Comuni aderenti alla Convenzione Icbi che collaudano un impianto di alimentazione a METANO sul proprio veicolo Euro 2/Euro 3 immatricolato dopo il 01/01/1997.

Nell'allegato tutti i requisiti

© RIPRODUZIONE RISERVATA