Venerdì 24 Febbraio 2012

Arpa, si estende l'allarme cromo:
trovato sotto un edificio a Gazzaniga

Polveri sottili, rumore e inquinamento dell'acqua. I bergamaschi sono però preoccupati anche per le puzze. Tanto che fra gli interventi dell'Arpa - l'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente - quelli per gli odori rappresentano ormai il 18 per cento.

Tante sono le richieste, e soprattutto in continuo aumento, che arrivano all'Arpa di Bergamo per quelle che, in gergo tecnico, si chiamano molestie olfattive. È uno dei tanti dati emersi dall'incontro organizzato per presentare i risultati delle attività svolte dall'Agenzia nello scorso anno e la pianificazione per il 2012.

L'emergenza cromo esavalente
Cresce l'attenzione, dopo i problemi registrati nella Bassa, anche la presenza del cromo nella falda acquifera. E si scopre che non c'è solo Zingonia: a Gazzaniga è stato scoperto cromo sotto un condominio di recente costruzione. Anche qui si interverrà con un metodo nuovo di bonifica, simile a quello sperimentato nella Bassa.

Inquinamento dell'acqua

L'altro dato rilevante riguarda le richieste che nel 2011 sono giunte all'Arpa per verifiche dei «corpi idrici superficiali»: segno che l'inquinamento di ruscelli, torrenti e corsi d'acqua - dei quali la cronaca è stata spesso testimone anche in tempi recenti - è forte di costante preoccupazione. Proprio a questo tipo di inquinamento si riferiscono il 66 per cento delle richieste.

Tanto che per numero di interventi legati all'emergenza ambientale Bergamo, in Lombardia, è al terzo posto dopo Brescia e Milano.

Inquinamento elettromagnetico
In passato era esiguo il numero di segnalazioni e di controlli in questo campo: ora invece si è registrato un aumento del 35%. Nella maggior parte dei casi si interviente per richieste legate alle preoccupazioni dei cittadini, che sempre più si stanno interessando al tema. Ha pesato, per esempio, il cambio della tecnologia della diffusione del segnale delle tv, con l'avvento del digitale terrestre. Nel 2012 si effettueranno controlli anche per la tecnologia Lte.

r.clemente

© riproduzione riservata