Martedì 13 Marzo 2012

Formigoni: La maggioranza
è salda e compatta

"La richiesta di dimissioni è del tutto strumentale, perchè nulla è stato sollevato nei confronti miei, dei miei assessori o di atti della Giunta: noi continueremo a svolgere la nostra azione di governo, che è gradita ai cittadini".

Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, a margine del Consiglio regionale. "La maggioranza è salda e compatta", ha aggiunto dopo le polemiche sulle mancate dimissioni di Davide Boni, il presidente leghista del Consiglio regionale indagato per corruzione.

Secondo Formigoni, il Consiglio regionale oggi non ha potuto discutere del caso Boni per responsabilità delle opposizioni di centrosinistra. "Quello che è accaduto stamattina - ha sostenuto Formigoni a margine della seduta - dimostra che la maggioranza è venuta in Aula a ranghi compatti pronta a discutere della sostanza politica della vicenda, ma la mossa improvvida e non intelligente dell'opposizione ha impedito che questo dibattito avvenisse, presentando una mozione chiaramente irricevibile".

Formigoni ha fatto riferimento a una seconda mozione presentata da Pdl e Lega per confermare la fiducia alla maggioranza, che è stata dichiarata ammissibile (ma alla fine è stata ritirata). Quanto alla lettera inviata da Boni a tutti i consiglieri, il presidente della Regione si è limitato a osservare: "Boni ha fatto pervenire una lettera che contiene una serie di rilevazioni che vanno lette con attenzione".

e.roncalli

© riproduzione riservata