Mercoledì 21 Marzo 2012

Via 24 mila veicoli dalle strade
Succederà con la Bergamo-Treviglio

La nuova autostrada Bergamo-Treviglio porterà via dalle strade almeno il 50% del traffico pendolare. Bruno Bottiglieri, presidente di Autostrade bergamasche (la società proponente) snocciola qualche cifra, senza sbottonarsi troppo. C'è tempo per dare i numeri, anche perché «è in corso un'analisi dei costi alla luce delle richieste dei Comuni che sono state accolte. Modifiche che costano parecchio, stiamo facendo con la Regione i salti mortali per starci dentro».

Bottiglieri non si sbilancia, ma difficilmente si riuscirà a rispettare i 251 milioni di euro preventivati per l'opera in project financing. «Le modifiche costano, oltre al fatto molto banale che l'ultimo progetto faceva riferimento al prezzario precedente», spiega il presidente.

Niente cifre quindi, anche i dati sul traffico della Bergamo-Treviglio sono indicativi: «Venti, 22 mila veicoli al giorno, un terzo di mezzi pesanti, due terzi di traffico leggero. Il traffico pesante arriverà in larga misura dall'A4 e dalla Pedemontana a Osio Sotto. Se ci saranno, come auspica la Regione, politiche di disincentivazione dei mezzi pesanti dalle statali, questo li costringerà a stare sull'autostrada. E i vantaggi saranno evidenti».

Da considerare c'è poi il traffico pendolare dalla Bassa verso Bergamo e viceversa. Una «fetta consistente», spiega Bottiglieri. Secondo il censimento della Provincia l'ex statale 42 ha una media di 24.215 veicoli al giorno. Altrettanto intasata la 525: in media 23.625 veicoli al giorno lungo la strada che va da Bergamo, passando per Dalmine, poi Osio Sotto, Boltiere, Pontirolo, fino a Treviglio. L'autostrada, previsioni alla mano, porterebbe via qualcosa come 24.000 mezzi al giorno dalle due ex statali. Non briciole. «A seconda della tariffa contiamo di catturare oltre il 50% del traffico nord-sud, il traffico che resterà così sulle strade diventerà ordinario, quasi fisiologico».

L'autostrada non avrà caselli: niente barriere, ma portali elettrici sulle rampe in entrata e uscita che leggeranno la targa. Il conto arriverà a casa. Quanto? «Due euro da Bergamo a Treviglio», butta lì Bottiglieri. «In linea con le tariffe lombarde, è la tariffa Brebemi per intenderci. Ma non mi faccia dire di più». Con un sistema di rilevamento all'avanguardia. «Anche Pedemontana non avrà caselli, ma di fatto siamo la prima autostrada regionale che ha accettato di sperimentare il sistema "free flow" che si basa sulla lettura della targa o sulla messa a bordo di un dispositivo».

Per saperne di più leggi L'Eco di Bergamo del 21 marzo

fa.tinaglia

© riproduzione riservata