Venerdì 23 Marzo 2012

Superbolletta da 65 mila euro
Enel l'annulla: baco informatico

Enel chiede scusa per l'errore e mette le cose a posto, riportando nei suoi corretti valori la bolletta stratosfericamente sbagliata da 65 mila euro. La vicenda è quella che vi abbiamo raccontato in anteprima mercoledì scorso, con protagonisti loro malgrado i coniugi Pigolotti, residenti in una bella casa con impianto geotermico nella frazione di Codera, a Grumello del Monte.

Ai due era arrivata ad inizio anno una bolletta da oltre 65 mila euro, cifra errata e per la quale la stessa Enel aveva chiesto di bloccare il pagamento. Ma poi alla famiglia erano arrivati un paio di solleciti di pagamento e, martedì scorso, la riduzione di corrente da parte di Enel che aveva bloccato fuori casa mamma e i due figli di sei e otto anni. Solo l'intervento di un tecnico Enel aveva risolto l'emergenza.

«Il problema che assillava la famiglia di Grumello è finito - dice Aurelio Sarno, responsabile Costumer Service per il Nord Ovest di Enel -. Abbiamo analizzato sin nei minimi dettagli tutta la procedura per individuare la causa che ha scatenato questa incresciosa situazione: si è trattato di un caso davvero eccezionale che ha coinvolto il nostro sistema informatico. Un'anomalia su un sistema che prevede ben tre livelli di controllo e che ha sempre funzionato bene. Evidentemente in questo caso non è stato sufficiente»

«Abbiamo contattato la famiglia - sottolinea Sarno - alla quale, oltre alle nostre scuse, abbiamo comunicato lo sblocco della situazione, definendo l'importo esatto da versare (circa 10mila euro, contro i 65mila precedentemente richiesti per errore ndr), dando loro la possibilità, vista l'entità della cifra, della dilazione del pagamento».

Leggi di più su L'Eco di venerdì 23 marzo

m.sanfilippo

© riproduzione riservata