Farmacisti anti-fumo a Dalmine
Al via l'uso di sms motivazionali

L'Asl di Bergamo ancora una volta si impegna a combattere il fumo e ha organizzato una campagna a Dalmine in collaborazione con le sei farmacie presenti sul territorio. Al via anche l'uso di sms motivazionali per disincentivare i fumatori ad accendere la sigaretta.

Farmacisti anti-fumo a Dalmine Al via l'uso di sms motivazionali

L'Asl di Bergamo ancora una volta si impegna a combattere il fumo e ha organizzato una campagna antifumo a Dalmine in collaborazione con le sei farmacie presenti, 4 private e due comunali.

Oltre quindi ai servizi già presenti sul territorio, è stato avviato un progetto sperimentale con il quale il farmacista sarà coinvolto in un progetto motivazionale che aiuterà il fumatore a smettere. A questo servizio, l'Asl abbina altre attività anti-fumo: promuovere l'utilizzo di una linea telefonica per il sostegno a distanza; formare medici perchè possano offrire assistenza competente ai fumatori, ma soprattutto fornire un programma di sostegno alla cessazione mediante invio di sms specifici per fase motivazionale. L'Asl di Bergamo è tra l'altro la prima che mette in pratica questo strumento e gli sms saranno inviati al telefono cellulare dei fumatori al fine di dissuaderli dal fumare.

Il progetto sperimentale «Farmacie antifumo» di Dalmine utilizzerà anche gli sms e il progetto ha preso le mosse da esperienze incoraggianti avvenute a Trieste e a Milano, con la partecipazione dell'Istituto Nazionale dei Tumori. Da qui anche a Dalmine sono stati formati i farmacisti, prodotti gli strumenti necessari (cartella clinica ad hoc, libretto del fumatore, pieghevole con elenco dei punti di offerta e delle risorse disponibili per smettere) e predisposta una specifica pagina del sito Asl a disposizione degli operatori. I farmacisti sono stati poi forniti di apparecchi per la misurazione del monossido di carbonio e messi a disposizione gratuita del servizio «SMSmetto!» per il sostegno alla cessazione.

I fumatori coinvolti nel progetto saranno seguiti dai farmacisti e gli sarà fornito anche del materiale tra cui un volantino che riporta dieci consigli utili per smettere con la dipendenza alla sigaretta. Eccoli:
1. Fissa una data e comunica la tua scelta ad amici e parenti perché non fumino in tua presenza e ti incoraggino; parlane col tuo medico. Informati sui centri antifumo, chiama il numero verde 800 55408
2. Getta sigarette, accendini e posacenere.
3.Ricorda che i disturbi da mancanza di sigarette (nervosismo, bocca secca, senso di fame) si possono vincere.
4. Bevi più acqua del solito, prima dei pasti per sentirti pieno e ogni volta che sentirai un forte desiderio di fumare per distrarti.
5. Porta con te stuzzicadenti o analoghi da tenere tra le labbra al posto della sigaretta.
6.Gratificati: nei primi giorni di astinenza cerca di fare le cose che ti piacciono, premiati ogni giorno che non hai fumato facendoti un regalo, pensa ai risparmi che fai ogni giorno e programma qualcosa di bello e interessante per il tuo futuro.
7. Se hai voglia di ricominciare pensa al tuo corpo: non «puzzi» più di tabacco, l'alito è di nuovo normale, i denti torneranno bianchi, la pelle diventerà più elastica, le rughe si attenueranno, la tosse ed il catarro spariranno, il respiro diventerà più agevole.
8. Evita le situazioni che abitualmente associavi alle sigarette: evita l'alcol, riduci i caffè e non frequentare ambienti o persone che fumano. Passa invece più tempo in luoghi dove è vietato fumare come teatri, cinema, musei.
9. Se pratichi sport o qualche altra attività fisica, potenziala, in quanto contribuisce fra l'altro, a ridurre la fame.
10. Se ricadi o se fumi una sigaretta non ti scoraggiare, una debolezza non compromette nulla. Ricominciare da capo può succedere, analizza però i motivi della ricaduta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA