Venerdì 27 Aprile 2012

Ryanair rassicura dopo i guasti
«Non emergenze, precauzioni»

Volo per Lanzarote costretto al rientro a causa di un guasto, idem per quello per Brindisi. Il 4 aprile il problema di pressurizzazione sul volo per Nottingham. Ora Ryanair vuole rimediare, fugando gli allarmismi e rassicurando i passeggeri.

Secondo Ryanair, facendo riferimento solo ai casi di Lanzarote e Brindisi, si tratta di una normale procedura, giustificata da una politica sui controlli molto puntigliosa. Che si siano verificati nel giro di 24 ore sarebbe un caso.

E visto il repentino susseguirsi di episodi dello stesso genere, l'invito della compagnia low cost è di non usare impropriamente la parola «emergenza». Gli irlandesi parlano di pura prevenzione: «Ryanair gestisce più di quattromila voli da Milano Orio al Serio ogni mese, senza incidenti – spiega Stephen Mcnamara, responsabile comunicazione per Ryanair –. I rientri dei nostri voli diretti a Brindisi e Lanzarote non erano atterraggi di “emergenza”, visto che non sono stati richiesti servizi di emergenza. Si è trattato di misure precauzionali prese in linea con le procedure e le indicazioni di Ryanair e della Boeing (Boeing Company ndr)».

E per rassicurare gli utenti del servizio, Ryanair sottolinea la qualità della sua flotta, operativa nei cieli di mezza Europa. In quanto a tecnologia «Ryanair utilizza la flotta di velivoli più nuovi e sofisticati di qualsiasi altra compagnia europea, inclusa Alitalia» – precisa Stephen Mcnamara.

Tutto su L'Eco di Bergamo del 27 aprile

r.clemente

© riproduzione riservata