Ladro resta incastrato nella porta
Abbandona la refurtiva e fugge

Quando ha sentito arrivare i vigilantes è scappato dal buco che aveva fatto a colpi di tombino nella porta del negozio. Ma lo zaino che aveva riempito di refurtiva si è incastrato. Così, per non essere catturato, ha abbandonato il bottino e si è dileguato nei sotterranei.

Ladro resta incastrato nella porta Abbandona la refurtiva e fugge

Quando ha sentito arrivare i vigilantes è scappato dal buco che aveva fatto a colpi di tombino nella porta del negozio. Ma lo zaino che aveva riempito di refurtiva si è incastrato. Così, per non essere catturato, ha abbandonato il bottino e si è dileguato nei sotterranei.

È accaduto nella notte fra domenica e lunedì a Bergamo in via Palma il Vecchio. Il ladro aveva preso di mira il negozio Digital Hub che si trova al piano rialzato del complesso del Triangolo.

Preso un tombino in strada, vicino alla chiesetta che ricorda i morti della peste, il giovane malvivente ha iniziato a scagliarlo contro la porta: ha dovuto insistere un po', svegliando i residenti che hanno dato l'allarme.

Quando il vetro ha ceduto è scattato anche l'allarme: lui è entrato e ha cominciato a riempire uno zaino con tutto il materiale informatico che ha trovato a portata di mano. Probabilmente ha esagerato, tanto che quando è stato il momento di scappare è rimasto incastrato nella porta.

Dovrebbe trattarsi di un italiano, vestito con jeans e maglietta rossa. Gli agenti di Sorveglianza Italiana hanno dovuto piantonare il negozio fino alla tarda mattinata, in attesa del proprietario.

© RIPRODUZIONE RISERVATA