Sabato 26 Maggio 2012

I giovani? Tecnologici, informati
Il 47% attratto da sostanze illegali

Adorano la tecnologia e i social network, sono informati, usano molto gli spazi pubblici, chiedono aiuto più agli amici che ai genitori, sono sessualmente attivi, praticano sport e metà di loro è interessata alle sostanze illegali.

È questa la fotografia, in estrema sintesi, dei giovani della Grande Bergamo, scattata in base alle risposte che le nuove generazioni hanno dato al questionario redatto dagli operatori degli spazi giovanili comunali, con la consulenza del dottor Matteo Taramelli e del Consorzio Solco Città Aperta.

Sul totale dei 950 questionari raccolti, ben 825 quelli utilizzati (i restanti riportavano risposte non attendibili), redatti per il 57% da maschi e per il 43% da femmine.

Il 90% della platea intervistata ha tra i 14 e i 19 anni di età. L'85% circa dei questionari è stato compilato da giovani residenti a Bergamo, percentuale che sale al 98% se si considerano i Comuni appartenenti all'ambito territoriale 1 (Bergamo, Sorisole, Ponteranica, Torre Boldone, Orio al Serio, Gorle) e quelli immediatamente vicini alla città (Seriate, Lallio, Stezzano, Treviolo).

Il 93% ha in casa il pc e il 90% si connette a Internet, privilegiando Youtube (usato «molto» o «abbastanza» dall'80% dei giovani, per ascoltare soprattutto musica, guardare film o cartoni animati). Molto diffuso anche l'uso del social network Facebook (68%), utilizzato soprattutto dal gruppo degli over 18 (80% delle femmine e 76% dei maschi). Meno appetite, invece, le chat generiche (esempio Skype o Twitter).

Preoccupante il fatto che circa metà dei giovani che hanno compilato il questionario (47%) si dichiari interessato alle sostanze illegali, allineandosi ai dati nazionali.

Leggi tutto su L'Eco di Bergamo del 26 maggio

r.clemente

© riproduzione riservata